fbpx
LifeStyleNews in evidenza

Le spiagge per nudisti sotto il cielo della Sicilia

«Una donna nuda rende più facile l’espugnazione, ma toglie il piacere dell’assedio», disse nell’900 lo scrittore Roberto Gervaso, facendo riferimento a ciò che un corpo, nascosto dal vestito, può scatenare nella mente di chi lo guarda. C’è però chi non ama nascondere la propria nudità, oltrepassando la connotazione che vi è tra il nudo e l’erotismo, lasciandosi andare allo stato originario di natura, al nudismo.

Da sempre nudisti e naturisti si sono dibattuti, c’è chi sostiene che il nudismo sia una forma di istanza alla libertà del corpo che si esprime nel rifiuto delle convenzioni sociali, c’è chi concepisce la nudità come “un modo di vivere in armonia con la natura, caratterizzato dalla pratica della nudità in comune, allo scopo di favorire il rispetto di se stessi, degli altri e dell’ambiente”, così come declama l’International Naturist Federation, ed altri ancora invece si spoglia per il puro gusto di farlo, senza alcuna particolare implicazione ‘filosofica’, nelle aree apposite concesse.

Oltre alle spiagge e ad alcuni servizi per nudisti di cui vi abbiamo già parlato in passato, ecco tutte le spiagge per nudisti che si trovano in Sicilia:  

 Cominciando dalla costa orientale e precisamente dalla provincia di Messina, troviamo i Laghetti di Tindari zona sabbiosa con una serie di piccoli specchi d’acqua, la cui conformazione si modifica in seguito ai movimenti della sabbia spinta dalle mareggiate – si possono trovare punti frequentati da nudisti lungo la spiaggia di Marinello. Percorrendola per circa tre chilometri, è individuabile invece una spiaggia integralmente naturista, frequentata anche da gay.

• A Milazzo troviamo la spiaggia naturista della scogliera di Tono (per i milazzesi ”a Puntitta”), sul viale Marinaio d’Italia.

• Nei pressi di  Taormina, troviamo una celebre meta di turismo internazionale, la spiaggia naturista di Rocce Bianche, frequentata prevalentemente da gay provenienti da tutta Europa: si trova poco distante dallo svincolo dell’autostrada A18, uscita Taormina, scendendo sulla spiaggia in corrispondenza del cartello Lido Re del Sole e procedendo per circa 100 metri fra gli scogli, in direzione nord.

•  In provincia Catania, possiamo godere, poco a nord del Porto, di una spiaggia naturista di Caito, raggiungibile oltre l’ultimo binario della Stazione.

 In provincia di Siracusa, troviamo la Riserva Naturale di Vendicari situata ad una quarantina di chilometri a sud della splendida patria di Archimede e raggiungibile attraverso la Statale 115 in direzione Avola-Noto-Pachino, oppure a pochi chilometri a sud del capoluogo, si segnalano invece alcune spiagge alla foce del fiume Ciane.

• A Palermo, nel comune di Lascari, si trova una prima spiaggia nudista nei pressi del lido delle Salinelle che è possibile raggiungere a piedi superando il lido in direzione destra e camminando sul bagnasciuga per almeno 200 metri, una seconda spiaggia nudista in contrada Gorgo Lungo ed una terza spiaggia a Balestrate, ormai storica molto frequentata soprattutto da gay, che si trova al borgo a metà strada fra Palermo e Trapani, al centro del Golfo di Castellammare; la si raggiunge superando il cimitero del paese e proseguendo poi a piedi in direzione della costa.

Mostra di più

Elisabetta Ferlito

Inizia a scrivere per caso ed è così che d'un tratto si trova e si scopre appassionata di ciò che non è convenzionale. Per lei non conta cosa hai da dire ma come sei disposto a dirlo, quanto sei disposto a rischiare per farti ascoltare. Sostenitrice delle parole che tutti pensano ma nessuno vuole pronunciare e inguaribile amante dei dettagli, con il suo oceano di caos, è nata con la testata online 'L'Urlo', e lei in quel grido ci sguazza.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button