fbpx
CronacheSanitáSenza categoria

Nota di Confindustria per emergenza Covid-19

Assointrattenimento- Confindustria lancia un’appello: «è richiesta l’onestà intellettuale di tutti coloro che fanno impresa, oltre alla collaborazione degli avventori».

Infatti, l’allarme di contagio del Coronavirus in Italia, oltre alle gravi conseguenze sulla salute delle persone, sta producendo gravissime ripercussioni economiche alle imprese dell’intrattenimento.

I luoghi aderenti ad ASSOINTRATTENIMENTO si sono responsabilmente adeguati.

La nota di Assointrattenimento

«Tuttavia, se le ordinanze sono indirizzate verso quelle strutture pubbliche affollate, quali discoteche, al fine di evitare assembramenti di persone, ciò dovrebbe valere anche per tutte quelle attività di ristorazione (bar, ristoranti ecc) luoghi non deputati all’intrattenimento che, approfittando della chiusura delle discoteche, intendano organizzare concerti, serate musicali e spettacoli».

«Proprio per questo ci rivolgiamo ai nostri clienti chiedendo di non partecipare a tali eventi e di prontamente segnalare eventuali abusi alle autorità preposte poichè l’interesse primario è la salute di tutte le nostre città. Attualmente, il numero complessivo di aziende effettivamente operanti nell’attività di Pubblico Spettacolo risulta pari a 3000 unità. Queste ultime hanno registrato, nelle ultime settimane delle gravi difficoltà gestionali ed economiche che vanno a ricadere anche sulla filiera di appartenenza».

Locali chiusi significa incassi azzerati: ovvero collasso di tutto il settore.

La stima dei mancati introiti nei due week end di sospensione dell’attività a causa dei provvedimenti di urgenza dalle autorità nella sola “zona gialla” è pari a circa € 49.000.000,00 con un gettito di I.V.A. non incassato dall’erario pari a circa € 10.700.000,00.

Il numero dei dipendenti rimasti SENZA LAVORO dal 23 febbraio 2020 risulta essere di n. 43.000 unità.

Il Presidente L. Zanchi ringrazia tutti quegli imprenditori che sono riusciti a resistere in questi anni di demonizzazione dei locali notturni, accusati di essere i protagonisti del disastro sociale giovanile (dalla droga all’alcol, alle stragi del sabato sera) e demoliti da politiche e leggi talvolta assurde.

«Tenete duro, siamo con voi» conclude il comunicato.

crediti foto: Confindustria

G.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker