NewsPolitica

Nomina Fiumefreddo. Scampato pericolo

Arriva uno stop sulla nomina di Antonio Fiumefreddo al posto di Linda Vancheri. Ennesimo colpo schivato per l’avvocato Antonio Fiumefreddo, tanto desiderato dal governatore Crocetta. Scansata la crisi di governo ieri durante il vertice che si è tenuto tra Rosario Crocetta, il segretario regionale del Pd Fausto Raciti e il leader Udc Gianpiero D’Alia, in ballo c’è la nomina dell’editore avvocato se entra lui certamente traballa la maggioranza del presidente.
Non sono tanto le più o meno veritiere intercettazioni a mettere in crisi il governo regionale quanto il provabile ingresso di Fiumefreddo nella giunta.

Fausto Raciti non ha mai celato la sua avversione politica per l’avvocato catanese, lo stesso dicasi per D’Alia. L’ingresso di Fiumefreddo avrebbe avuto solo il placet di Cardinale e i suoi, ma non è certo su questa frangia che basa la sua forza politica il governatore siciliano.

Non c’è un no ufficiale alla nomina, ma così facendo in “politichese” Fiumefreddo è bruciato.

“O si governa o si va a casa”, ha detto il leader Udc Gianpiero D’Alia. “Questo lo abbiamo ribadito al presidente della Regione – ha detto D’Alia  –  Ci sono una serie di provvedimenti importanti: la partita fondamentale riguarda la stabilità economica e finanziaria della Regione”.

Che il governatore Crocetta governi allora e Fiumefreddo invece resterà sempre un bel rimpianto?

La solita Farsa. Antonio Fiumefreddo il salvatore di Crocetta

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.