fbpx
EditorialePrimo PianoRegionali 2017

Musumeci adesso è più erotico e forse con un assessorato in meno

Entra anche Sgarbi oltre a tutti gli altri

“Tieniti stretto gli amici e ancor di più i nemici” che sia diventato il motto del candidato alla presidenza per il centrodestra Nello Musumeci che in meno di una settimana strizza l’occhio ad una ex militante super attiva del Partito Democratico come Adele Palazzo e subito dopo stringe un patto con Vittorio Sgarbi che solo il 12 settembre aveva annunciato di candidarsi a governatore in una conferenza stampa show con tanto di partecipazione di assessori designati come Morgan.

Mite e tornato serio, ieri, è giunta la nota di Vittorio Sgarbi che annuncia di non voler contribuire, con la sua candidatura, a favorire altri candidati presidenti e altre forze politiche diversi da Musumeci. Un cambio di rotta sostanziale o strutturale? Se fosse sostanziale allora Sgarbi si sarebbe ricreduto anche su un altro aspetto ovvero sul fatto che Musumeci è meno erotico di lui. Sì, perchè il 12 settembre il critico d’arte, con grande pathos, affermava ciò.

Se invece il movente dell’eros non fosse decaduto, il cambio di rotta sarebbe solo strutturale… alla giunta di Musumeci. Vittorio Sgarbi cambia idea perchè andrà a fare l’assessore di Musumeci? Chissà, ma di quanti assessorati dispone l’aspirante governatore?

Se ne dovranno fare una ragione tutti quelli che avranno creduto di esprimere un voto di protesta andando a votare l’alternativa (alternativa anche al movimento 5 stelle) del “rinascimento” di Vittorio Sgarbi. Perchè repentinamente diventerà bellissimo.

Il punto è che stavolta “l’unico pizzo che piace ai siciliani” vuole vincere, il 2012 è stato una batosta. Cosa accadrà da qui al 5 ottobre, data in cui saranno presentate liste? Anche Micari cederà all’estetica di Diventerà Bellissima, e Fava invece cambierà il nome della lista in “I Canto Passi Indietro”? Rimarrà solo Cancelleri oppure cederà tutto il Movimento 5 Stelle alla malia dell’ex An?

Mostra di più

Fabiola Foti

38 anni, mamma di Adriano e Alessandro. Giornalista da 20 anni, può testimoniare il passaggio dell'informazione dal cartaceo al web e, in televisione, dall'analogico al digitale. Esperta in montaggio audio-video e in social, amante delle nuove tecnologie è convinta che il web, più che la fine dell'informazione come affermano i "giornalisti matusa", rappresenti una nuova frontiera da superare. Laureata in scienze giuridiche a Catania ha presentato una tesi in Diritto Ecclesiastico. Ha lavorato per: TRA, Rei Tv, Video Mediterraneo, TeleJonica, TirrenoSat, Giornale di Sicilia. Regista e conduttrice del format tv di approfondimento Viaggio Nella Realtà. Direttore di SudPress per due anni. Già responsabile Ufficio Stampa per Società degli Interporti Siciliani e Iterporti Italiani. Già responsabile Comunicazione e Social per due partiti. Attualmente assistente parlarmentare con mansioni di Ufficio Stampa presso il Parlamento Europeo. Fondatore della testata online L'Urlo.

Potrebbe interessarti anche

Back to top button