fbpx
CronacheNews

Muos, Pm chiede l’archiviazione sulla revoca della revoca

Il Pubblico Ministero di Palermo  ha chiesto nuovamente l’archiviazione del procedimento relativo al dirigente regionale della regione Sicilia, che aveva revocato la revoca delle autorizzazioni regionali per la costruzione del MUOS di Niscemi.
Denunzia presentata nell’agosto del 2013 dall’associazione antimafie  RITA ATRIA.

Questa volta però, il Pubblico Ministero ha dedicato qualche riga in più per le motivazioni dell’archiviazione, ritenendo che la condotta del dirigente regionale, Gullo, non abbia rilevanza penale, aggiungendo però  che il suo atto, quello oggetto di denunzia, potrebbe, nelle sedi competenti essere definito  “superficiale, erroneo, infondato, illegittimo,o persino argomentato in modo capzioso.”
Tutto ciò, al di là dei successivi   sviluppi penali, appare fortemente sintomatico e conferma in ogni caso come nella vicenda del MUOS la Regione Siciliana non è  sempre è stata chiara e trasparente nella propria condotta.
Ricordiamo che la prima richiesta di archiviazione, era stata rigettata dal Giudice delle indagini preliminari  del Tribunale di Palermo che aveva richiesto una serie di indagini e di investigazioni.  Richieste che a noi non sembra che il PM abbia dato risposta.
L’associazione antimafie  RITA ATRIA, tramite il suo legale avv. Goffredo D’Antona, ha già predisposto e depositato nuova opposizione alla richiesta di archiviazione e, domani, 25 novembre 2014, sarà al TAR di Palermo per testimoniare il proprio NO ad un progetto che riteniamo palesemente abusivo, incostituzionale, arrogante nei moodi e nei metodi.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker