fbpx
CronacheNewsNews in evidenza

Muos, associazione Rita Atria: “riattivate illegittimamente le antenne”

L’associazione antimafie Rita Atria, attraverso il suo legale, Goffredo D’Antona ha inviato al commissariato di Polizia e dei Carabinieri di Niscemi un invito per prendere atto della riattivazione delle antenne Muos.

Apprendiamo che in data odierna sono state riattiviate  le antenne (parabole) del Muos di Niscemi.

Il tutto nonostante la recente sentenza TAR che ha dichiarato l’illegittimità degli atti amministrativi relativi alla costruzione del sistema di antenne, in oggetto.

In attesa delle verifiche  di quanto accaduto, al fine di presentare dettagliato esposto alla competente Procura della Repubblica,  si rileva che tale illegittima ( rectius illecita )  riattivazione delle antenne sarebbe avvenuta subito dopo l’ingresso nella base di Niscemi di un  convoglio di mezzi, con a bordo sia militari sia civili, presumibilmente  tecnici e operai, scortato  da personale della polizia di Stato  Italiana, e dell’ l’arma dei Carabinieri Italiani.

Quindi sembrerebbe in presenza di Ufficiali di polizia giudiziaria italiani.

Si informa che  è pendente avanti la Procura di Calatagirone  procedimento penale relativo a vari reati tutti collegati alla realizzazione e alla costruzione dell’impianto MUOS di Niscemi.

Non tocca certo a questo difensore ricordare alla SS.LL., e ciò non deve sembrare offensivo,  il giuramento di fedeltà alla Costituzione Repubblicana, alle sue Leggi, e alle Sentenze che vengono emesse in nome del Popolo Italiano.

Siamo certi pertanto  che ogni violazione di legge, quale è la mancata ottemperanza ad un provvedimento del Giudice da chiunque perpetrata, venga ( ove non lo sia già stata) immediatamente comunicata alla compente Autorità Giudiziaria.  

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker