fbpx
LifeStyleMusica

Much Ado About Nothing, da Acireale per scuotere il panorama musicale

È stato Shakespeare ad ispirare nel 2009 due giovani chitarristi acesi, i quali fra i banchi del liceo decidono di dar vita al progetto musicale Much Ado About Nothing o semplicemente M.A.A.N.
Negli anni, ad affiancare Sebastiano Andolina e Giuseppe Lizzio sono subentrati il bassista Antonio Palella, il batterista Roberto di Paola, e infine alla voce Angelo Scalia.

Sentito per L’Urlo, Angelo descrive la band, il loro genere Alternative Rock e l’ intenzione di scuotere il panorama musicale, e non solo.
Sono stati già notati nel 2013 quando rilasciano sulla piattaforma Jamedo.com il loro primo singolo “Nothing still goes wrong”. Brano scelto addirittura dallo spot della BNP Paribas di Lussemburgo, dalla compagnia giapponese Miki Tv, e dall’Associazione Calcio Savoia.

Ma perché in inglese? Angelo spiega che «suonare e sfondare in Italia non è facile soprattutto per un gruppo del nostro genere. Scriviamo in inglese per arrivare ad etichette straniere, un po’ più importanti. Ci poniamo degli obiettivi e puntiamo in alto».

Ad ispirare la band sono soprattutto gli Imagine Dragons «abbiamo capito grazie a loro come suonare» racconta Angelo, e altri come gli Oasis, i Muse, e Coldplay.
Un trampolino di lancio è stata la vittoria nella categoria “Young Band” in occasione del concorso provinciale “Rumori Barocchi” nel febbraio del 2014 e poche settimane dopo viene rilasciato il secondo singolo “Lost”.

L’ambiziosa band ha già una propria sala di registrazione e a partire da quest’anno hanno iniziato il loro Shakin’ Hands Tour nell’hinterland catanese e non solo. Saranno presenti, infatti, il 19 Agosto al Castle Music Festival di Cefalà e in seguito anche a Taormina dove si esibiranno con i loro brani e con le cover dei loro artisti di riferimento.

Nelle parole di Angelo, fra gli obiettivi da raggiungere spicca sicuramente quello di lanciare il primo disco fra fine anno e inizio 2016. Sono tutti ancora giovani studenti, impegni fra scuola e università, ma con tantissima voglia di sperimentare, e di far successo. E in tal senso il giovane sottolinea: «La prima volta che mi sono esibito fuori Acireale avevo paura, ma alla fine, poi, ci hanno fatto tutti i complimenti. Anche questa piccola paura è un’emozione. Mette adrenalina. Ma la speranza è quella di continuare a rimanere sempre quello che siamo adesso. Speriamo di non dover mai cambiare look, ad esempio, o scendere a particolari compressi. Vorremmo sempre divertirci»

E riguardo ai talent svela che «X Factor ci piace, potremmo partecipare ai casting il prossimo anno. Ci sembra che sia, fra tutti, il programma più serio»

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker