fbpx
GiudiziariaPrimo Piano

Montante, chiesta condanna a 10 anni

Pm chiede 10 anni e 6 mesi di condanna a carico di Antonello Montante, ex leader di Confindustria accusato di corruzione.

10 anni e 6 mesi di condanna. È questa la richiesta del procuratore capo di Caltanissetta Amedeo Bertone e i pm Stefano Luciani e Maurizio Bonaccorso, al termine della loro requisitoria in riferimento al caso Montante.

Antonello Montante, ex presidente di Confindustria, è finito agli arresti domiciliari per l’accusa di corruzione. Avrebbe spiato le indagini a suo carico comprando alcuni esponenti delle forze dell’ordine con costosi regali e assunzioni per i familiari.

Sono cinque gli imputati nel caso accusati a vario titolo di associazione a delinquere finalizzata alla corruzione, alla rivelazione di notizie coperte dal segreto d’ufficio, al favoreggiamento. Le persone coinvolte sono il colonnello Giuseppe D’Agata, ex capocentro della Dia di Palermo poi passato ai servizi segreti e poi ritornato nell’Arma, l’ex comandante del nucleo di Polizia Tributaria delle Fiamme Gialle nissene Ettore Orfanello, Diego Di Simone ex sostituto commissario della Squadra Mobile di Palermo, poi divenuto responsabile della sicurezza di Montante, il sostituto commissario in servizio della questura di Palermo e in un secondo momento alla prefettura di Milano Marco De Angelis, l’imprenditore Massimo Romano titolare della maxicatena di supermercati “Mizzica” – Carrefour Sicilia.

Chiesta da parte dei pm l’assoluzione solo per il dirigente regionale Alessandro Ferrara.

LEGGI ANCHE

Caso Montante, il legale presenta istanza per la rimessione per legittimo sospetto

Caso Montante, chi tramava adesso trema. L’intervista a Franca Decandia

E.F.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.