fbpx
MotoriNews in evidenzaSenza categoriaSport

Mondiale deciso nel GP di Misano

Vince Marc Marquez il Gran premio di Misano, davanti a Bradley Smith e Scott Redding. Fa quinto Valentino Rossi mentre cade, e dice probabilmente addio al mondiale, Jorge Lorenzo.

È la pioggia che dura 5 giri a decidere le sorti del Gran Premio di Misano nel Simoncelli World Circuit di San Marino. Partenza con l’asciutto e i tre tenori, Lorenzo, Marquez e Rossi, sono davanti a tutti pronti a scatenare l’inferno. Dopo 6 giri dal via però, inizia la pioggia a scombinare i piani dei piloti e cominciano le varie strategie. Subito il maggior parte dei piloti entra ai box con i tre di testa che decidono di rimanere per qualche altro giro, ma le condizioni sono davvero ostiche, c’è acqua in pista e si deve procedere con il cambio moto.

Al rientro in corsa sembrano prendere un bel vantaggio gli spagnoli, con Valentino a seguirli a 3 secondi. Ma bastano 3 giri al dottore per prendere confidenza con il tracciato bagnato ed eccolo che si riporta subito a ridosso della coppia davanti. Ma la pista inizia ad asciugarsi, le gomme rain si consumano in fretta e il solito gruppo di piloti decide di rientrare ai box per un ulteriore cambio moto.

Nel frattempo comincia a ripagare la scelta di Bradley Smith in ultima posizione, rimasto con le gomme slick fin dall’inizio e si dimostra davvero bravo per aver guidato sul bagnato con il pneumatico da asciutto. I tre davanti rimangono, come nell’occasione precedente, qualche giro in più in pista. Soltanto Marc Marquez si rende conto delle condizioni proibitive, interpreta la situazione in modo ottimale e anticipa il rientro ai box mentre procedono, sbagliando, i due yamahisti.

Rossi supera Lorenzo e cerca l’allungo sul compagno di squadra che sembra più in difficoltà mentre gli uomini della yamaha dal muretto non sanno più come segnalare ai due piloti di rientrare. Recupera intanto 10 secondi al giro Marquez dopo il cambio moto, rientra Lorenzo e continua Rossi imperterrito. Passa un altro giro quando il dottore decide finalmente di rientrare ai box ma ecco che Lorenzo, nel tentativo di creare un gap consistente nel giro con le gomme nuove, scivola, cade e dice probabilmente addio ai suoi sogni di gloria nel mondiale.

Rossi rientrerà in pista e chiuderà la corsa in quinta posizione, dopo aver gettato al vento la possibilità di giocarsi la vittoria, avendo deciso di rimanere in pista troppi giri con le gomme da bagnato. Ma sono ben 11 i punti conquistati su Jorge Lorenzo per un totale di ben 23 punti di vantaggio in classifica, che danno davvero un bel margine al dottore quando mancano 5 gare al termine della stagione.

Stagione che non è ancora finita, invece, per Marquez che recupera anche lui punti su Lorenzo e può giocarsi ora la seconda posizione. A Marquez vanno anche i complimenti di giornata per aver scelto il momento più giusto per il cambio moto, nonostante sia il più giovane tra i tre piloti più forti al mondo. Complimenti che vanno rigorosamente estesi anche a Bradley Smith e Scott Redding per i rispettivi secondo e primo podio in carriera in MotoGP.

La delusione della giornata è, invece, tutta di Jorge Lorenzo per aver commesso l’errore più grande nel momento più importante della stagione. Certo, il mondiale non è ancora finito, mancano 5 gare ma ora recuperare 23 punti a Rossi sembra davvero una missione impossibile. Fondamentale sarà la prossima gara ad Aragon (Spagna) il 27 Settembre, per vedere se Lorenzo crede ancora nel mondiale.

Tags
Mostra di più

Andrea Lorenzini

Laureato in Scienze della comunicazione, con magistrale in Editoria e Giornalismo e votazione di 110/110 e lode presso l'università di Roma Tor Vergata. Appassionato di sport (che pratico in grande quantità), esperto di motori, mi occupo di comunicazione ma la vera passione è la scrittura. Il giornalismo in particolare lo considero "la pietra miliare della democrazia: il cane da guardia del potere". Sono amante della lettura, della buona compagnia e del vino, rosso e di qualità è meglio. Sogno nel cassetto? Reporter inviato, di sport ovviamente.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.