fbpx
Cronache

Botte alla moglie per mantenere prostitute e alcol: arrestato 47enne

Picchiava e minacciava la moglie per ottenere il denaro sufficiente al mantenimento dei propri vizi. Con l’accusa di estorsione e maltrattamenti in famiglia, è finito in manette un 47enne catanese.

Il culmine è arrivato a seguito di una lite quando la vittima ha chiesto aiutobl al 112. I militari intervenuti immediatamente all’interno di quell’abitazione di corso Sicilia hanno infatti trovato la donna seduta in lacrime, l’uomo in evidente stato d’agitazione psicomotoria. La casa, inoltre, era messa a soqquadro come se poco prima ci fosse stata una violenta lite.

Solo dopo aver allontanato l’uomo dall’immobile, ovviamente sotto la vigilanza di altri militari, la vittima è riuscita a calmarsi. Così è iniziato il racconto dei numerosi episodi vessanti patiti nei tre anni di matrimonio, legati soprattutto alla dipendenza del marito dall’alcol. La donna non aveva mai denunciato per timore di ritorsioni.

Le violenze,di recente, si erano inaspriti in quanto l’uomo pur di soddisfare i propri vizi, la minacciava di morte e l’aggrediva fisicamente. Oltre l’alcol, l’uomo pretendeva denaro per frequentare le prostitute della zona. Un altro episodio vedeva il 47enne provocarle sul viso presentava delle ecchimosi – sol perché gli aveva contestato di essersi impossessato arbitrariamente del bancomat per andare a prelevare del denaro.

Come accaduto poco prima quando era rincasato, sfondando quasi la porta d’ingresso a calci, e schiaffeggiandola l’aveva costretta a consegnargli la carta di debito.

L’uomo, assolte le formalità di rito, si trova rinchiuso nel carcere di Catania Piazza Lanza.

E.G

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker