fbpx
LifeStyleTeatro

Misantropo, lo spettacolo teatrale di Molière

Dal 15 al 18 dicembre, presso Scenario Pubblico di Catania, andrà in scena il nuovo spettacolo teatrale di Nicola Alberto OrofinoMisantropo“, prodotto da LA MEMORIA DEL TEATRO e in collaborazione con SENZA MISURA TEATRO e PROGETTO S. E. T. A.

Lo spettacolo fa parte della rassegna teatrale PALCO OFF diretta da Francesca Vitale.

Misantropo di Molière con Silvio Laviano, Egle Doria, Enrico Sortino, Paolo Toti Guagenti, Roberta Amato, Diego Rifici, è una denuncia, un’invettiva franca, un breviario di contestazioni elaborate da un uomo sincero.
Sincero, come solo un artista eccezionale riesce ad essere quando trasforma un crollo fisico e psichico in capolavoro drammaturgico.

“Un uomo, o piuttosto un demonio rivestito di carne e vestito da uomo”
“Meriterebbe un supplizio elementare e pubblico, precursore di quello dell’Inferno”

Così la Compagnia del Santo Sacramento, una specie di società segreta che riuniva i clericali più intransigenti, e che godeva alla corte di Luigi XIV grande prestigio e autonomia, attacca Jean-Baptiste Poquelin detto Molière, artista straordinario e che gode del preziosissimo favore del Re.
A scatenare la cabale des dévots fu la prima rappresentazione di Tartufo, e non poteva essere altrimenti. Tartufo è la più grande satira che sia mai stata scritta contro l’ipocrisia e coinvolge la religione, le sue pratiche, i suoi fedeli, attacca il Primo Stato dell’ AncienRégime, le confraternite, gli ordini minori. Nel cielo dell’arte si perdona tutto, ma la politica, specie quella dei vertici massonici, sappiamo come insorge di fronte ad una critica spiattellata in scena, ieri come oggi.
Fu così che Luigi XIV, vista l’aria che tirava, ne vietò la rappresentazione pubblica e allontanò il suo favorito artistico dalla corte.
Jean-Baptiste Poquelin detto Molière, artista straordinario e che godeva del preziosissimo favore del Re si sente amareggiato, smarrito, rifiutato e, inchiodato a letto per una tubercolosi che gli stava devastando i polmoni, comincia a scrivere una nuova commedia.
Ci mette tutto se stesso (nel vero senso della parola…).
Intitolerà quell’opera (Moliere è un genio beffardo!) “Le misanthrope”, MISANTROPO.
Misantropo è uno scrigno prezioso che oltre a racchiudere il pianeta molieriano, sporco e corrotto, delle opere precedenti, ci abbozza un altro mondo, un mondo ideale, certo, (solo ideale) il cui unico patto fondativo è la franchezza delle relazioni fra gli uomini.

A seguire i giorni e gli orari dello spettacolo che si terrà presso Scenario Pubblico sito via Teatro Massimo n.16 di Catania:
giovedì 15 dicembre ore 21.00
venerdì 16 dicembre ore 21.00
sabato 17 dicembre ore 17:30
sabato 17 dicembre ore 21.00
domenica 18 dicembre ore 17:30
domenica 18 dicembre ore 21.00

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button