fbpx
Nera

Minacciano collega con una pistola, presi due fratelli

Con la minaccia di violenza, hanno costretto un collega di lavoro a pagargli una sorte di “pizzo”: nei guai due fratelli di Caltagirone. 

I Carabinieri della Stazione di Grammichele hanno arrestato i fratelli Antonino Amoroso di anni 32 e Rosario Amoroso di anni 28. Le indagini hanno evidenziato come gli indagati avevano costretto un collega di lavoro, un bracciante agricolo, a consegnare loro la somma di denaro di 600 euro e la fede nuziale. In particolare, dopo aver attirato con la scusa di un caffè la vittima in casa di Rosario Amoroso, quest’ultimo gli puntava una pistola alla tempia. L’uomo aveva dapprima pronunciato queste parole : «La senti questa cosa?». Successivamente, Antonino Amoroso, premendo la propria fronte contro quella della persona offesa, la percuoteva con schiaffi e pugni al volto ed ai fianchi. Poi la minaccia «Vai a prendere 1.000 euro subito altrimenti ti finisce male a te e alla tua famiglia e non fare denuncia altrimenti appena esco fra due anni ti finisce male».

La vittima così era costretta a eseguire un prelievo di 600 euro e a consegnare loro tale somma di denaro e la fede nuziale in oro. Pur se relegata in casa per diverso tempo a causa dello shock subito, pian piano ha trovato il coraggio di reagire denunciando gli estortori ai carabinieri. Quest’ultimi, ricostruendo minuziosamente il fatto reato, hanno permesso l’arresto dei soggetti.

E.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker