fbpx
CronacheNewsNews in evidenza

Migranti, attesi centinaia di sbarchi a Catania e Pozzallo

Ennesimo naufragio avvenuto nel Canale di Sicilia, al largo delle coste libiche, dove un barcone si è ribaltato causando decine di morti.

I soccorritori della Marina Militare hanno recuperato 35 corpi in mare e la nave Vega della Marina ha così salvato 135 persone.

Dalle testimonianze dei sopravvissuti si evince che il gommone sul quale si trovavano ha improvvisamente iniziato ad imbarcare  acqua piegandosi su di un fianco; sarebbe questo il motivo che avrebbe fatto cadere molti dei passeggeri dell’imbarcazione in mare.

Sono 17 le operazione che sono state effettuate nel corso della giornata nel Canale di Sicilia, dove le forze italiane hanno salvato complessivamente almeno duemila persone.

Nei giorni passati altri due naufragi hanno fatto almeno 150 vittime: un barcone con più di 500 migranti si è ribaltato lo scorso 25 maggio, al largo della Libia e il giorno successivo un altro con a bordo oltre cento persone è affondato nello stesso tratto di mare. Sono ottantotto le persone messe in salvo ma in questo caso le testimonianze di alcuni sopravvissuti sostengono che i dispersi sarebbero “un centinaio”.

Si prevedono ancora centinaia di sbarchi verso Catania e Pozzallo.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button