fbpx
CronacheNewsNews in evidenza

Migranti, Bianco: “Parole di Maroni inaccettabili”

1.143 migranti, provati da un viaggio che segnerà per sempre le loro vite, sono arrivati al porto di Catania ieri pomeriggio a bordo della nave della marina militare britannica ‘Bulwark’. Tra di loro 979 sono uomini, 117 donne e 47 minorenni.

Tra le  donne che hanno intrapreso il tentativo di arrivare fino in Europa, alcune in evidente stato di gravidanza e per una di loro il miracolo della nascita di un maschietto proprio durante la traversata. Solo ieri, in tutta l’isola, sono sbarcati 2.500 migranti, mettendo seriamente in difficoltà l’organizzazione dell’accoglienza.

E mentre Maroni promuove un taglio dei contributi ai sindaci che li accolgono, Renzi dal G7 in Germania invita i governatori del nord ad una maggiore collaborazione e si augura un metodo per incentivare i comuni.

“Dopo la prima accoglienza a Catania i migranti partiranno poi per tutt’Italia” ha dichiarato il sindaco Enzo Bianco, spiegando che “le quasi 1.200 persone giunte nel porto della città etnea nel tardo pomeriggio, saranno distribuiti su tutto il territorio nazionale come prevede l’accordo firmato da Maroni nel 2011”.
Bianco, che è anche capo della delegazione italiana del Comitato delle Regioni di Bruxelles, ha ricordato come la prossima settimana l’Ue dovrebbe varare la norma “che consente di distribuire i migranti in tutti e 28 i Paesi dell’Unione in base al principio che chi approda sulle coste della Sicilia, arriva in Europa”.
“Ritengo incomprensibili – ha detto – le ragioni che, proprio quando l’Italia sta per ottenere di distribuire il carico dei migranti su tutta l’Ue, spingono un ex ministro dell’Interno a lasciarsi andare ad esternazioni inutili e dannose. Mi sono battuto a Bruxelles per avere Frontex a Catania, per avere un piano armonico di distribuzione dei migranti a livello europeo e ora che finalmente ci stiamo arrivando giungono queste dichiarazioni. Considero Roberto Maroni un uomo intelligente e sono stato sinceramente dispiaciuto nel sentirgli affermare che la Lombardia non vuole ospitare nessuno e che punirà i Comuni che ricevono i migranti. Tutto ciò è insensato, illegittimo e inaccettabile. Peraltro, come detto, fu proprio Maroni nel 2011, da ministro dell’Interno, a firmare l’intesa tra tutte le Regioni italiane, l’Anci e le Province per distribuire i migranti sbarcati in Italia su tutto il territorio nazionale. Pensiamo sia inammissibile che il sacrificio di accogliere i migranti debba rimanere prevalentemente sulle spalle dei Siciliani e dei Catanesi. Ecco perché come Anci, chiediamo al Governo e all’Ue di andare avanti”.

 

 

 

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker