CulturaFoodLibriLifeStyle

Michele Leone in Viaggio tra le confraternite enogastronomiche d’Italia

Lo studioso di massoneria e tradizioni ermetiche esplora un nuovo universo, pubblicandolo per Odoya edizioni.

Michele Leone con Viaggio tra le confraternite enogastronomiche d’Italia, pubblicato per Odoya edizioni, approda alle tradizioni dell’enogastronomia italiana. Stupore per i lettori con argomenti che fin troppo i media inflazionano dandoli in pasto a chiunque.

Autore ardito e libro innovativo, che proietta e riprende la bellezza di una Italia da percorrere in moto per “scoprire se stesso e storie dimenticate”.

 

 

 

 

(In foto: Michele Leone dal terzo risvolto di copertina del suo libro).

Un titolo chiaro e una grafica eccellente

Viaggio tra le confraternite enogastronomiche d’Italia si propone come uno dei migliori manuali romanzati. Eccelle la grafica, che editore e autore di Guida alle società segrete, omaggiano anche al lettore più disinteressato di enogastronomia e viaggi.

Racconti a cinque stelle

Le narrazioni che rendono bene l’idea di luoghi dello Stivale più famoso al mondo, sono ben articolate dando l’impressione di vivere in quel determinato luogo, ad osservare e disaminare eccellenze locali e conosciute e delle quali in pochi sanno. O ancora nel momento tra i più interessanti, quello del cibo, l’autore ci porta in “misteriose” location, descrivendone anche i più curiosi dettagli che vanno ad incrociarsi con le delizie di vivande e bevande delle quali sin troppe persone son certi di conoscere.

La sarde in cassopipa dell’Enoclub di Portogruaro

Emozionante la descrizione di un piatto de Le ricette dell’Enoclub di Portogruaro: “Le sarde in cassopipa“. La spiegazione non si ferma a come i maestri di un tempo le preparavano e le servivano, quanto a risalire ad una specifica spiegazione dei nomi dei piatti ben dettagliata, che la voglia di mettersi in moto, per scoprirne i sapori, prende nell’immediato e prosegue nel desiderio onirico.

Prima di approdarvi, viene raccontata, con tanto di mistero, come nacque la location e prim’ancora il viaggio per approdarvi con emozioni e sensazioni e quasi profezie che riconducono ad un tutt’uno che rigo dopo rigo svela arcani saperi.

Bravura dello studioso

Lo stupore e il mistero che riesce ad infondere, riaprono la voglia di riappropriarsi di una eredità italica, grazie  alla certosina presentazione di un piatto.

 

(In foto: Michele Leone)

Libro immancabile per gli amanti del viaggio e del cibo: un sogno che si concretizza grazie alla straordinaria magia della parola scritta.

La foto utilizzata al titolo “Bravura dello studioso” è ripresa dal sito ufficiale di Michele Leone.

Tags
Mostra di più

Salvatore Massimo Fazio

Di lui sappiamo che è contro il bigottismo sociale "è mafia pura" e che decide di vivere la socialità solo per lavoro, o rare volte al bar da Enzo quando torna a Catania. Nel 2016 col saggio "Regressione suicida", non inganni il titolo, è un invito a ripercorrere tutte le tappe della vita sino a risorgere nella veste indipendente, senza pendere dal pensiero (e da) alcuno, desta polemiche. Si ritira anche dalle direzioni artistiche "[...] non dimenticatevi che sono anche un operatore sociale e un tutto fare". Ha dichiarato difficoltà e malessere nell'aderire alle filosofie dei due outsider che ha approfondito per circa 16 anni, Emil Cioran e Manlio Sgalambro, dei quali estese la propria tesi di laurea: "C'è un motivo per il quale non posso dichiararmi filosofo, né studioso di filosofia, nonostante la stampa continua a farlo e io continui a smentirlo".

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.