fbpx
PoliticaPrimo PianoRegionali 2017

Un timido Micari giunge a Catania per incontrare i grandi elettori etnei

Pubblico tiepido in sala

Fabrizio Micari ieri è stato a Catania per incontrare i grandi elettori etnei. Gli onorevoli della fascia catanese alle ultime regionali sono valsi decine e decine di migliaia di voti, oggi si ritrovano insieme a dare manforte ad un candidato alla presidenza del centrosinistra che non risulta forte sui sondaggi e che obiettivamente è poco noto.

Ottimiste le previsioni degli organizzatori che scelgono una sala troppo grande per uno scarso pubblico che si trova ad accogliere il rettore palermitano imposto da Leoluca Orlando.

Ci sono però tante fazioni: sorridenti alfaniani capitanati da Giuseppe Castiglione; in prima fila Enzo Bianco e la sua corrente tra questi anche il suo capo di gabinetto Beppe Spampinato, gli assessori Valentina Scialfa e Rosario D’Agata mentre sugli spalti c’è Alessandro Porto pronto per la corsa all’Ars. Area Popolare è in prima linea con Giovanni La Via che incoraggia a colpi di pacche sulla spalla un timido Micari nell’intento di spingerlo sul palco. Giovanni Burtone con i suoi discute ancora la candidatura del consigliere comunale Lanfranco Zappalà che si dice disponibile a scendere in campo.

Ancora sparsi e divisi per area d’appartenenza ci sono i deputati nazionali: l’area sindacale si riunisce attorno a Luisa Albanella seduta accanto a Concetta Raia che per questa tornata rinuncia alla candidatura preferendo le nazionali: i suoi voti andranno a Giovanni Villari che però risulta grande assente. C’è Giuseppe Berretta che si divide tra i saluti. Seduto alatere, e forse così concetrato per le prossime elezioni da sembrare giù di tono, il leader di Sicilia Futura Nicola D’Agostino. Pensieroso, porta sulle spalle il peso di essere stato il più votato a Catania alle scorse regionali. Accanto a lui l’assessore due assessori della giunta Bianco Salvo Di Salvo e Nuccio Lombardo.

E a proposito di Nuccio Lombardo ad un certo punto si registra in sala l’ingresso trionfale del duo Luca Sammartino e Valeria Sudano. Portano brio a colpi di baci ed abbracci che si concludono però dopo soli 10 minuti. Non aspettano neanche l’inizio della kermesse per abbandonare la sala.

Presenzia anche il capo catanese della comunità di Sant’Egidio Emiliano Abrano, il candidato scartato da Leoluca Orlando ma che univa magigormente la coalizione e ai sondaggi sarebbe apparse più popolare.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.