CronacheNewsNews in evidenza

MiBACT: bando per 500 funzionari penalizza siciliani e laureati in Scienze della Comunicazione

MiBACT. Il bando per 500 funzionari presenta forti incongruenze: in particolar modo è richiesto il possesso di un qualsiasi diploma di laurea per il profilo di “Funzionario della Professione e Comunicazione”

Lo scorso 24 maggio è uscito il bando di concorso per l’assunzione a tempo indeterminato presso il MiBACT di 500 funzionari.

Sono 9 le figure professionali ricercate:

  • Antropologo (5 posti)
  • Archeologo (90 posti)
  • Archivista (95 posti)
  • Architetto (130 posti)
  • Bibliotecario (25 posti)
  • Demoetnoantropologo (5 posti)
  • Restauratore (80 posti)
  • Storico dell’arte (40 posti)

e…dulcis in fundo…

  • Funzionario in Promozione e Comunicazione (30 posti)

Dopo essere stati esclusi dal concorso per l’insegnamento  (fra le classi presenti alla selezione pubblica non c’era quella in “Teoria e Tecnica della Comunicazione”), i laureati in Scienze della Comunicazione hanno riposto, da qualche mese, le loro vane speranze nel bando MiBACT. Purtroppo il Ministero dei Beni Culturali e del Turismo non ha contemplato l’esistenza della laurea in Scienze della Comunicazione. Se per tutti gli altri profili professionali, da Antropologo a Storico dell’Arte, è necessaria una laurea specifica, per quel che concerne il profilo di “Funzionario in Promozione e Comunicazione” è richiesta:

Qualunque laurea specialistica, o laurea magistrale, o diplomi di laurea rilasciati ai sensi della legge n. 341 del 1990. Per intenderci anche un laureato in Medicina può partecipare alla selezione.

Il bando MiBACT non fa riferimento alla laurea in Scienze della Comunicazione, ma specifica che, accanto alla laurea, ripetiamo ancora una volta qualsiasi, è necessario avere conseguito un diploma di specializzazione, o dottorato di ricerca, o master universitario di secondo livello di durata biennale, in materie attinenti la promozione delle politiche culturali, l’economia dell’arte e della cultura, la gestione del patrimonio culturale e/o la comunicazione.

Nell’avviso di selezione MiBACT è specificato inoltre che in mancanza di dottorati, master e diplomi di specializzazione è possibile concorrere per il profilo  “Funzionario della promozione e comunicazione” se si è in possesso di esperienza professionale di almeno 36 mesi complessivi maturata in attività lavorative attinenti la promozione delle politiche culturali, l’economia dell’arte e della cultura, la gestione del patrimonio culturale e/o la comunicazione presso le pubbliche amministrazioni. Su questo secondo punto non è specificato peraltro se l’esperienza si intende retribuita, o se sono sufficienti anche tirocini gratuiti. Il requisito dell’esperienza penalizza fortemente i candidati siciliani: da anni nelle Pubbliche Amministrazioni siciliane, vista anche la questione degli ex LSU, si è assistito al blocco delle assunzioni. Eccezion fatta per qualche incarico di collaborazione professionale, in questi ultimi anni non abbiamo avuto veri e propri concorsi nelle P.A. isolane. Quei pochi fruitori degli incarichi di collaborazione, peraltro, non avendo avuto contratti a tempo indeterminato, ma contratti precari, spesso annuali, non sempre hanno accumulato 36 mesi di servizio.

La reazione dei laureati in Scienze della Comunicazione non è mancata. Sul gruppo “Classe di concorso A65 – Teoria e Tecnica della Comunicazione”, c’è chi ha scritto:

“La nostra laurea purtroppo non serve a nulla.”

Altri hanno commentato:

“Voi farete lo stesso domanda? Che tristezza non essere neppur considerati. É un paradosso per noi comunicatori non aver proprio voce????”

Ma, c’è anche chi ha richiesto la segnalazione del bando MiBACT, da taluni giudicato “scandaloso, nonché lesivo della dignità di laureati e professionisti in comunicazione”.

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.