fbpx
BenessereLifeStyle

Metabolismo lento. Esiste veramente? VIDEO

Chi avendo avuto difficoltà nel dimagrire non ha mai pensato d’essere sfortunato/a e di avere un metabolismo lento? D’altronde il proprio amico mangia la pasta ed il dolce eppure continua ad essere magro. Ma com’è possibile?

Incredibile ma vero. Nei libri universitari di alimentazione e nutrizione la parola metabolismo lento non esiste!

Se andiamo a vedere la letteratura scientifica, quando si misura il metabolismo basale dei soggetti in sovrappeso che dichiarano d’avere il metabolismo lento, scopriamo che ce l’hanno assolutamente normale. Questa percezione d’avere un metabolismo rallentato è nel 99% dei casi di natura psicologica e non fisiologica.

Sono le piccole abitudini che ci rendono “magri”. Le persone a volte non si rendono conto di quello che mangiano. Dimenticano sia cosa sia le quantità di cibo che assumono. Conducono forse una vita sedentaria e anche sotto eccessivo stress. Magari faranno pure attenzione a prediligere alimenti sani (giustamente), ma poi si lasciano andare con le porzioni (sbagliando).

Al contrario di chi mangia di tutto un po’ e si trattiene con le quantità. È il bilancio calorico a fine settimana infatti a decretare se dimagriremo oppure no e, purtroppo, le calorie non guardano alla qualità degli alimenti, la nostra salute invece sì e anche il vostro metabolismo ringrazierà.

Infine, chi mangia poco di tutto generalmente è una persona attiva, che andrà a consumare sotto forma di energia la porzione di dolce che avrà mangiato.

Non esiste quindi un supermetabolismo o un metabolismo lento, esiste solo un bilancio calorico.

Quando si legge un libro con su scritto: “La dieta del super metabolismo”, oppure: “I cibi che alzano il metabolismo”, vi stanno solo prendendo in giro! Il metabolismo è l’insieme dei processi che consentono la scissione di molecole complesse, come quelle che introduciamo tramite l’alimentazione, in molecole semplici, e viceversa. Quando queste reazioni chimiche, che sono fondamentali per l’organismo perché producono energia e la bruciano, non funzionano a dovere, allora si che si può parlare di metabolismo rallentato. Ma ora vediamo di approfondire un minimo di fisiologia per comprendere cosa altera ed incide sul nostro metabolismo.

IL METABOLISMO BASALE

Innanzitutto chiariamo il concetto di metabolismo basale. Per metabolismo basale si intende la quantità di energia che serve al nostro organismo per svolgere le sue funzioni vitali a riposo: circolazione, respirazione, digestione, ecc. Esso è maggiore negli uomini che nelle donne e diminuisce con l’avanzare dell’età. Le persone alte hanno un metabolismo basale più elevato perché il corpo ha necessità di maggiore energia utile a far circolare, ad esempio, il sangue e i nutrienti essenziali in una superficie più vasta.

Ognuno di noi ha il suo metabolismo basale quindi è importante conoscere il proprio metabolismo basale in modo tale da poter calcolare bene il quantitativo di calorie di cui il nostro fisico ha bisogno per svolgere tutte le sue funzioni che vi citavo prima. Calibrare meglio la propria alimentazione, ovviamente con l’aiuto di un esperto, vi aiuterà a conoscere il quantitativo calorico giusto tenendo conto anche delle attività più o meno movimentate o sedentarie che si compiono durante il giorno.

Il metabolismo basale incide intorno al 60% sul nostro dispendio totale giornaliero. L’azione dinamica specifica degli alimenti, cioè quanto consumiamo nel digerire ed assimilare quello che mangiamo, si aggira intorno al 10%. Quando ci mettiamo a dieta e tagliamo le calorie di un 30-50% inevitabilmente stiamo riducendo il metabolismo di un 3-5%. Il consumo calorico indotto dall’attività fisica sportiva è intorno al 20-30% del nostro metabolismo. Quando siamo a dieta è il fattore che precipita di più. Da una parte fare sport consuma sempre meno perché miglioriamo l’economia del gesto. Dall’altra a riposo ci muoviamo inconsciamente meno.
Per questo, quando siamo a dieta è importante continuare a muoversi.

METABOLISMO E ORMONI

L’organismo in genere trasforma in calore attraverso i cicli metabolici oltre il 60% delle calorie che assumiamo. Questo ci permette di sopravvivere e di avere una temperatura interna ottimale per la funzione vitale. A regolare la dispersione in calore sono tantissimi fattori tra cui probabilmente i principali sono le proteine mitocondriali. Da queste dipende infatti, di tutte le sostanze che introduciamo, quanto finisce in sintesi di nuove molecole e quanto viene disperso in calore. E chi regola queste proteine? Anche gli ormoni della tiroide. Per questo, quando si hanno problemi tiroidei ci si ricollega spesso ad un metabolismo basso.

Se la tiroide funziona male potremmo avere problemi proprio nella regolazione delle proteine mitocondriali.

Ora. Senza entrare troppo nello specifico, che non ci riguarda, vediamo di capire cosa succede quando dimagriamo. L’adipocita si sgonfia riducendosi di dimensione produce meno leptina, un ormone che regola gli ormoni tiroidei, i quali vengono sottoregolati. Questo, a cascata, diminuisce la dispersione in calore a livello mitocondriale. Tradotto meno mangi meno consumi.

Sono gli ormoni che si adattano a quello che facciamo, non siamo noi che dobbiamo adattarci a loro. Per migliorare la nostra condizione metabolica, per “accelerare il metabolismo“, o meglio per cercare, per quanto possibile, di non abbassarlo dobbiamo seguire delle semplici regole.

COME RIACCENDERE IL METABOLISMO?

Uno dei rimedi più efficaci è agire sul metabolismo basale, velocizzandolo. Diciamo subito che non esistono le pillole magiche, anche se spesso le promuovono come soluzioni miracolose per risolvere i problemi di peso. Anzi non sempre funzionano e a volte hanno anche effetti indesiderati.

Ci sono molti trucchi invece che possono aiutarvi a rendere il vostro metabolismo più attivo: una dieta controllata da cibi giusti, l’attività fisica equilibrata, il consumo di integratori specifici, erbe e rimedi naturali.

ALIMENTI CHE ATTIVANO IL METABOLISMO

Esistono dei cibi davvero miracolosi proprio perché uno dei rimedi fondamentali per accelerare il metabolismo è senza dubbio la corretta alimentazione. Per questo Farmacia Minerva vi svelerà alcuni segreti, proponendovi proprio dei cibi che non devono mancare a tavola.

Tutto parte dal giusto equilibrio tra le cose. Ogni alimento ha infatti una sua precisa funzione. Alcuni danno energia, altri costruiscono o riparano i tessuti, altri regolano il metabolismo. Non mangiare fa ingrassare! Quando si salta un pasto o si segue una dieta molto restrittiva rallentiamo il metabolismo perché l’organismo ricevendo un segnale di carestia, cerca sempre di risparmiare, adeguando il suo metabolismo limitando i consumi energetici in attesa di tempi “migliori”. È ingenuo e pericoloso pensare di ridurre le calorie, saltando i pasti pensando che il corpo attinga dalle riserve.

La giusta dieta è il primo vero passo per accelerare il metabolismo in maniera naturale!

È consigliabile assumere una quantità maggiore di proteine rispetto ai carboidrati. Questo perché le proteine necessitano di un consumo energetico maggiore per essere scisse, durante la digestione, rispetto ai carboidrati. Aumentare leggermente la quantità di proteine all’interno di una dieta equilibrata, aiuterà infatti il vostro corpo a perdere peso più velocemente in quanto il metabolismo viene stimolato maggiormente.

Questo significa optare per alimenti proteici con alti livelli di aminoacidi, come, per esempio carne magra, pesce e uova, importante fonte di proteine per accelerare il metabolismo. Il pesce, più che la carne, sopratutto quello azzurro, in virtù dello iodio che contiene, accelera il metabolismo tiroideo oltre a rendervi più vigili e attenti e a sostenere il tono nervoso.

Assumere una quantità maggiore di proteine rispetto ai carboidrati non vuol dire eliminarli dal vostro menù ma solamente ridurne il consumo a favore magari di quelli ad un più basso indice glicemico.
I carboidrati sono zuccheri indispensabili al nostro corpo per avere la giusta energia da spendere. Li troviamo ovunque: nella pasta, nei cereali, nel pane, in molte verdure e nella frutta. Se non volete litigare con la bilancia, ricordatevi solo di non consumarne troppi durante lo stesso pasto per non fare alzare troppo il vostro indice glicemico. I carboidrati non favoriscono l’aumento di peso ma, al contrario, facilitano ad esempio lo smontaggio dei grassi, basta mangiarli con moderazione abbinandoli a verdura o a carne bianca o a pesce.

Quindi dite addio a grosse quantità di pasta, pane e patate.

Ridurre il consumo di carboidrati a favore di una maggiore porzione proteica è un punto di partenza essenziale per accelerare il metabolismo e agevolare il percorso di dimagrimento, ma ci sono degli altri alimenti che, più di altri, possono aiutarvi a raggiungere il vostro obiettivo con maggiore facilità.

Infatti, anche frutta e verdura sono ricche di iodio, ferro e altri minerali che sostengono il metabolismo generale e forniscono sostanze che prevengono i danni che regimi alimentari troppo drastici fanno alla pelle e a tutti i tessuti. Da preferire fragole, pesca bianca, ananas, kiwi, frutti di bosco, melone; sedano, finocchio, cavoli crudi e cotti, melanzane e peperoni, tutte le verdure amare come le cicorie, ravanelli e rucola.

Ricordiamo anche molto importanti le spezie come cannella e zenzero che favoriscono l’assimilazione dello zucchero, la frutta secca che assunta nelle giuste quantità brucia, anch’essa , i grassi.

Quando possiamo accompagniamo i nostri pasti con delle tisane magari a base di the verde ricco di antiossidanti, che aiuta a combattere il grasso accumulato, accelerando il metabolismo.

Inoltre, è una buona abitudine consumare più spuntini durante il giorno. Piccole dosi ma ripetute è la regola base per accelerare il metabolismo lento e tenerlo sempre attivo.

ATTIVITÀ FISICA REGOLARE

Ad una corretta alimentazione va affiancato del sano e costante esercizio fisico. Non c’è modo migliore per bloccare il metabolismo che allenarsi in maniera eccessiva. È inutile andare a correre o in palestra tutti i giorni se poi non si recupera bene. Meglio andare 3-4 volte a settimana e rimanere attivi il resto dei giorni. Degli esercizi per gli addominali bassi sono un ottimo modo per intervenire nella zona addominale e sfoggiare una pancia piatta e tonica. La corsa, la cyclette e lo spinning e in generale le attività che prevedono un lavoro aerobico, sono tra le discipline più efficaci per accelerare il metabolismo, in quanto vi consentono di bruciare molte calorie, tonificando nello stesso tempo la muscolatura.

In generale però, qualsiasi tipo di attività fisica, purché regolare e costante, rappresenta un ottimo modo per accelerare il metabolismo e aiutarvi nell’impresa di perdere peso. Ricordate che uno stile di vita sedentario è nemico giurato del metabolismo attivo. L’attività fisica deve essere quindi un elemento sempre presente, che non va mai trascurato. E se non avete tempo di praticare degli sport, sappiate che anche una buona mezz’ora di camminata veloce può aiutare il vostro metabolismo a correre più velocemente.

In definitiva il metabolismo non si alza e non si abbassa.

Sono i nostri errori ripetuti nel tempo che ci portano a non ottenere i risultati ed a chiederci perchè non si dimagrisce. Come sempre il segreto è che non esistono segreti. Non c’è nessuna dieta per accelerare il metabolismo in maniera clamorosa, non ci sono cibi magici per velocizzarlo all’istante.

Non è colpa della tiroide, delle ossa grosse o della Luna in corrispondenza di Saturno. Perdere peso è senza dubbio un’impresa piuttosto complessa che richiede non pochi sacrifici e sopratutto tempo, ma se si seguono le giuste regole e i giusti accorgimenti il tutto può portare in primis a benefici per il vostro organismo e a risultati ottimali senza troppa fatica!

Tags
Mostra di più

Farmacia Minerva

La Farmacia Minerva nasce nel settembre 2012 quando fu acquistata la licenza di una farmacia già esistente che, sin da subito, venne trasferita in un nuovo ambiente, più spazioso ed accogliente, l’attuale sede di via Etnea n. 387, per realizzare il desiderio della nuova titolare di offrire un servizio completo ed innovativo. Guidata dalla dott.ssa Marika Artimagnella, la nuova realtà è riuscita ad affermarsi come un moderno centro per la cura della salute, coniugando la dispensazione dei farmaci con innumerevoli servizi e prodotti per il benessere, la bellezza, la cura e l’igiene della persona. Accoglienza, ascolto e consiglio, con competenza e professionalità sono le parole chiave della Farmacia Minerva. La Farmacia minerva punta anche formazione professionale continua, per garantire sempre il consiglio scientifico ed etico più adatto ed efficace alle esigenze della clientela. Lo staff Dott.ssa Marika Artimagnella, titolare. Fornisce consulenze personalizzate in ogni ambito della professione e, soprattutto, in materia di nutrizione, integrazione alimentare, intolleranze alimentari e fitoterapia. Dott.ssa Anna Maria Leonardi, esperta, soprattutto, in integrazione alimentare, medicina complementare ed omeopatia. Dott.ssa Angela Arcidiacono, esperta in dermocosmesi, nutraceutica e fitoterapia. Dott.ssa Vanessa Fisichella, esperta in integrazione alimentare, dermocosmesi ed infanzia. Sig.ra Brunella Cacció, esperta in make-up e consulenze estetiche personalizzate.

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker