fbpx
Sport

Mercato intelligente e oculato, ma…

Si è ufficialmente chiusa la sessione invernale di calciomercato. Giornata quella di ieri, ricca inevitabilmente di indiscrezioni, smentite, affari saltati. Nonostante le operazioni più importanti la società etnea le avesse messe a segno nei giorni precedenti con gli arrivi di Maniero, Sciaudone, Ceccarelli, Mazzotta, Belmonte, Coppola, Schiavi, Gillet, il Catania aveva come obbiettivo quello di completare la rosa a disposizione di Marcolin: ci si attendeva l’arrivo di un’alternativa alla coppia di cannonieri Calaio’-Maniero. Attesa vana, non è arrivato nessun calciatore per il reparto avanzato, cercati invano sia Insigne che Verde. La domanda che molti tifosi si porranno è: perchè non tenere allora Cani, ceduto troppo frettolosamente al Leeds? Avrebbe sicuramente rappresentato una degna alternativa alla luce del discreto girone di andata disputato. Il tecnico Marcolin, dunque nel caso di indisponibilità di uno dei due attaccanti, sarà costretto a cambiare modulo magari passando dal 4-3-2-1 a lui tanto caro, al 4-3-3 con l’inserimento di Martinho o Castro come esterni del tridente offensivo, probabilmente la società ha tenuto in considerazione questa possibilità e dunque il mancato arrivo di un attaccante in questa sessione invernale di calciomercato è comunque meno grave rispetto a quanto visto l’anno precedente, con il Catania che disponeva in rosa di un unico attaccante di ruolo vale a dire Bergessio, per di più infortunato.

Per il reparto arretrato, il tecnico Marcolin potrà contare su Lorenzo Del Prete, dopo una trattativa complicata che sembrava fosse saltata in seguito al responso nel pomeriggio delle visite mediche sostenute a Roma (il calciatore sarà disponibile non prima di 30 giorni), ma in tarda serata è arrivata la fumata bianca. Per il terzino destro, il contratto di due anni e mezzo arriva a titolo definitivo. Da ricordare che sul terzino destro, oltre all’incognita infortunio esiste quella relativa a una possibile squalifica, in quanto il giocatore è stato un ex tesserato della Nocerina nel periodo tra il 2009 ed il 2013. L’accusa mossa riguarda i compensi in nero ricevuti nelle stagioni sportive dalla società Nocerina, la quale è stata anch’essa deferita a titolo di responsabilità diretta.

Per la fascia opposta, il Catania si è assicurato il rumeno classe 1997 Licu Rafael Emil, prelevato dal F.C. Vitoriul a titolo definitivo, acquisto in prospettiva insieme a quelli dei due giovani che arrivano dal Belpasso, Alessio Ronsivalle e Samuele Pagliaro, di Tommaso Taviani prelevato dalla Roma e di Lorenzo Granatiero proveniente dalla Juventus.

In uscita, via gran parte della colonia argentina, dopo le partenze di Peruzzi, Monzon, Rolin, Leto, oggi si è aggiunta quella di Nicolas Spolli, probabilmente l’unico tra questi che, con la sua esperienza, all’interno di questo gruppo sarebbe tornato utile. Lascia Catania dopo 5 anni e mezzo, 154 presenze (148 in campionato, 6 in Coppa Italia) e 7 gol (6 in campionato, 1 in Coppa Italia), e approda alla Roma in prestito con diritto di riscatto. Confermato, come anticipato, la cessione al Leeds di Cani in prestito. Tra i pali, Frison ha lasciato il posto al belga Gillet, giocherà lontano da Catania anche Sergio Garufi che va in prestito al Santarcangelo. Nei giorni precedenti, rescissione contrattuale per Fabio Aveni , Adrian Calello e Marcelinho.

La società del presidente Pulvirenti, grazie al tandem Cosentino-Delli Carri, è stata sicuramente la regina del calciomercato in serie B, la “repulisti argentina”. Dopo un girone d’andata a dir poco disastroso, ha risparmiato soltanto Rinaudo e Castro ( Almiron rescinderà o rimarrà fuori dalla lista), rosa rivoltata come un calzino con l’arrivo di calciatori in grado di fare la differenza nei rispettivi ruoli come Maniero, Sciaudone e Ceccarelli. A voler essere pignoli, forse è mancata la cosiddetta ciliegina sulla torta, rappresentata da un’alternativa per il reparto avanzato, ma comunque indiscutibilmente si è trattato di un mercato mirato e lungimirante, se è vero come è vero siano stati stipulati contratti pluriennali. Il Catania ha lanciato un messaggio chiaro alle altre concorrenti, l’obbiettivo è quello di aggangiare il treno playoff nel più breve tempo possibile.

ACQUISTI

Nicola Belmonte (Udinese, def)
Manuel Coppola (Cesena, def)
Riccardo Maniero (Pescara, def)
Lorenzo Granatiero (Juventus, pre)
Raffaele Schiavi (Frosinone, pre)
Luca Ceccarelli (Spezia, pre)
Antonio Mazzotta (Cesena, pre)
Tommaso Taviani (Roma, def)
Bruno Petkovic (Varese, r.pre)
Francois Gillet (Torino, def)
Alessio Ronsisvalle (Belpasso, def)
Samuele Pagliaro (Belpasso, def)
Rafael Emil Licu (Petrolul, def)
Gonzalo Escalante (Boca, risc.)
Lorenzo Del Prete (Perugia, def)

CESSIONI
Adrian Calello (Quilmes, def)
Marcelinho (svincolato)
Sebastian Leto (Lanus, def)
Nicolas Spolli (Roma, pre)
Gabriele Di Carlo (Inter, def)
Sergio Garufi (Santarcangelo, pre)
Edgar Cani (Leeds, pre)
Alberto Frison (Sampdoria, pre)
Alexis Rolin (Boca, pre)
Fabian Monzon (Boca, pre)
Gino Peruzzi (Boca, def)
Bruno Petkovic (Reggiana, pre)

 

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker