fbpx
Senza categoria

Memorie di una ragazza perbene

sex-underDonne e uomini, universi paralleli che come tali non si incontreranno mai. John Gray disse che gli uomini vengono da Marte e le donne da Venere e aveva ragione. Ancora oggi mi sento dire le donne devono fare le donne e gli uomini, gli uomini. Premesso che sono per la distinzione dei ruoli e dei sessi, una cosa che non ho ancora compreso è perché se parlo con un rappresentante dell’altro sesso e racconto delle mie esperienze sessuali, non nascondendo di aver avuto ben più di un uomo, vengo definita come una poco di buono. Di contro se a parlare è un lui, che racconta delle tante donne che si è portato a letto, questi diventa un campione. Campione o no per me è uno sfigato! Ebbene sì, ho avuto più di un uomo, e mi sono sempre divertita molto a fare sesso, non lo nascondo è mai lo farò. Questa cosa ahimè è un tasto molto dolente per gli uomini. Tutti quelli che ho conosciuto ai quali non ho tenuto nascoste le mie esperienze hanno sempre avuto da ridire e mi hanno targettizzato. Tempo fa in palestra conobbi un ragazzo… mi piaceva molto ed io lo stesso a lui. Siamo usciti insieme un paio di volte e poi abbiamo trovato la condizione ideale: eravamo trombamici. Patti chiari e rapporto lungo. Sesso da favola e nessuna complicazione. Libertà nell’esprimere le fantasie e grandissimo rispetto degli spazi. Pensavo che lui si lasciasse completamente andare con me e io facevo lo stesso. Una sera ci sentiamo e gli dico che avevo intenzione di passare da casa sua. Mi vesto, profumo e in versione sexy woman mi dirigo verso casa sua. Trovo la porta di casa aperta ed entro pian piano. Scenetta grottesca davanti ai miei occhi. Il tizio si era legato (non chiedetemi come aveva fatto) e si era messo una specie di tutina aderente correlata di mascherina. Aveva intenti tra il fetish e il sadomaso, secondo me. Malgrado la cosa mi facesse ridere, provavo a stare al gioco… scoprendo una propensione da dominatrice. Il gioco veniva però interrotto dalle sue urla e dalle richieste di essere slegato. Dopo averlo liberato continuava però ad urlare. Il deficiente aveva deciso, senza avvertirmi, di cospargersi l’ano di vaselina ed infilarsi (da solo) qualcosa di forma irregolare che ad un certo punto cominciava a fargli male! Io morta dalle risate cercavo di dargli una mano, pian piano però perché ero troppo impegnata a ridere. Morale della favola, la mia serata di sesso super sexy passava per le due ore successive, alla ricerca di un arnese per praticare l’estrazione dell’oggetto che il furbo si era infilato nell’ano. Alla fine aiutandolo a scendere dalle scale l’ho portato in pronto soccorso! Li, molto imbarazzata, spiegavo la situazione al medico che mi guardava come la ninfomane di turno.

Il mio consiglio è: cari uomini, se decidete di infilarvi qualcosa su per l’ano fate attenzione alla forma e all’effetto ventosa! E voi care donne, se il vostro partner si infila qualcosa da qualche parte, fatevi qualche domanda e soprattutto portatevi dietro gli arnesi del mestiere, in caso di necessaria estrazione!

Tags
Mostra di più

The Black Dahlia

Per una questione di privacy decide di mantenere l’anonimato, lei racconta il sesso sull’Urlo… È una bellissima donna con il pallido della scrittura che si occupa di giornalismo e di marketing per una nota azienda. Vive a Catania ma spesso viaggia per lavoro. Donna autonoma e indipendente, dotata di grande charme è stata una campionessa di arti marziali. Pericolosissima, ma lei non se ne rende conto. Animo critico e puntiglioso per lei il lavoro, fatto di parole e strategie commerciali, viene prima di tutto. Crede di essere innocua agli uomini ma non è affatto così. Ci racconta le pecche del sesso forte e lo sminuisce fino a farlo diventare sesso debole. Quello sulla foto è il suo occhio

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker