fbpx
CronachePrimo Piano

Maxi sequestro da 15 milioni di euro per imprenditore vicino a clan mafioso

L’imprenditore, originario di Caltagirone, ma residente al Nord con la passione per le opere d’arte è il destinatario di un maxi decreto di confisca dal valore di 15 milioni di euro. 

Oltre al sequestro di beni, su Rosario Marchese 32 anni, pende anche la misura di prevenzione della sorveglianza speciale per altri due anni.

L’operazione gestita dalla Dia ha permesso di far luce sui contatti mafiosi di Marchese, vicino sia alla “Stidda” sia al clan dei Rinzivillo di Gela, con ramificazioni in tutta Italia. Le investigazioni condotte nel 2018 hanno consentito di constatare l’anomalo incremento di ricchezza del libero professionista rispetto ai redditi dichiarati che appariva, dunque, sproporzionata. Il tenore di Marchese, infatti, appariva di un certo livello: possedeva un consistente patrimonio immobiliare e si concretizzava una certa ascesa come imprenditore. Molte società operanti in molteplici settori commerciali risultavano, infatti, o direttamente o indirettamente riconducibili a lui.

Il patrimonio confiscato consiste in:  11 società e 2 ditte individuali con sedi a Brescia, Bergamo, Milano, Torino, Verona, Roma e Gela operanti nei settori della consulenza amministrativa, finanziaria e aziendale, della sponsorizzazione di eventi e del marketing sportivo, del noleggio di autovetture e mezzi di trasporto marittimi ed aerei, del commercio all’ingrosso e al dettaglio di prodotti petroliferi, di studi medici specialistici, della fabbricazione di apparecchiature per illuminazione e della gestione di bar.

Confiscata inoltre anche un’opera d’arte di grande valore risalente al XVII secolo dal valore di sei milioni di euro. Sequestrata una holding con uffici a Milano in via Montenapoleone, una società di noleggio che gestisce, presso l’aeroporto di Catullo di Verona auto di lusso. Tra i beni del provvedimento anche una società con sede a Roma, che sponsorizza e partecipa a prestigiosi campionati monomarca di auto da competizione. Infine sequestrati 5 beni immobili e 50 rapporti bancari.

E.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker