fbpx
Cronache

Massimo Greco e Lorenzo Tropea arrestati

"Fiat con sorpresa" e l'astuzia del Carabiniere

Il nervosismo dei due uomini insospettiva i Carabinieri: Trovano in auto un carico scioccante!

Massimo Greco di 34 anni e Lorenzo Tropea di 21. Giarre. I Carabinieri hanno arrestato i due in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Durante un normale servizio di controllo stradale. In via Luigi Sturzo. Uno dei tanti servizi analoghi disposti dal capitano Luca Leccese. Una pattuglia di militari imponeva di fermarsi ad una Fiat Punto. Gli occupanti dell’auto vedendo la pattuglia improvvisamente rallentano. Speravano forse di eludere il controllo facendo finta di niente. Gli attenti vigilanti della sicurezza pubblica non si fanno ingannare da questi giochetti. Lontani dal farsi prendere per il naso i Carabinieri al posto di blocco impongono loro di fermarsi.

Il Controllo e L’astuzia dei Carabinieri

Massimo Greco

Nel corso del normale controllo. L’astuzia dei Carabinieri ha messo a dura prova i nervi di Massimo Greco e Lorenzo Tropea. Purtroppo per loro non sono riusciti a contenere il nervosismo. Particolare che non è sfuggito all’occhio attento ed esperto dei militari. Questi, insospettiti, hanno approfondito la ricerca che è stata alla fine premiata. Hanno rinvenuto più di 4 chili di marijuana. L’Erba era suddivisa in due panetto e nascosta nei pannelli dell’autovettura.

Ecco a Giarre la storia di Massimo Greco e Lorenzo Tropea. La storia di due giovani uomini che volevano farla franca con la loro automobile. Nascondendo un vero e proprio traffico di stupefacenti. Molto ben lontani dal supporre l’uso personale di 4,1kg di marijuana. Ci sarebbe da chiedere dove l’abbiano presa. Forse indagini più specifiche porteranno all’ennesima piantagione nostrana di “erba buona”? Probabilmente non è dato saperlo, almeno per adesso. Un caso in cui il nervosismo della mala coscienza ha giocato un brutto scherzo e un cambio di residenza, almeno temporaneo, ai due.

La droga è stata sequestrata e i due uomini si trovano adesso al carcere di Piazza Lanza.

A.P.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.