fbpx
NeraNews

Massacro di Palagonia: fermato l’ivoriano del Cara. Video arresto

Ad inchiodare Kamara Mamadou i vestiti che portava indosso. Le figlie dei due coniugi massacrati a Palagonia avrebbero riconosciuto quegli indumenti come vestiti del padre.

Il 18 enne della Costa D’Avorio, ospite da giugno del Cara di Mineo, è stato fermato ieri sera con l’accusa di duplice omicidio a seguito del provvedimento emesso dalla Procura di Caltagirone. Il giovane era stato trattenuto tutto il giorno per ricettazione di materiale rubato: un computer, un cellulare ed una telecamera trovati all’interno del borsone che aveva con se l’ivoriano quando stava facendo ritorno al Cara.

Kamara respinge ogni accusa e si dichiara innocente, ha raccontato agli inquirenti di aver trovato il telefono per strada ma ai fini del suo arresto suo arresto si sono resi decisivi il riconoscimento dei vestiti da parte delle figlie e delle macchie di sangue sugli indumenti trovate dagli esperti della scientifica della polizia di Stato.

L’inchiesta per il duplice omicidio è coordinata dal procuratore di Caltagirone, Giuseppe Verzera, l’ipotesi è che l’ivoriano non abbia agito da solo ma abbia avuto dei complici, altri extracomunitari.

riproduzione riservata

 

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.