fbpx
CronacheSenza categoria

Mascherine per bambini testate al Cannizzaro: “si possono colorare”

Mascherine per bambini, colorate e personalizzabili, saranno testate dagli utenti della Pediatria dell’Ospedale Cannizzaro di Catania.

Infatti, l’azienda ospedaliera ha dato la sua disponibilità a collaborare al progetto di responsabilità sociale della stilista catanese Flavia Lecci.

Il progetto muove dalla considerazione che nella cosiddetta “fase 2”, quando gradualmente riprenderà la circolazione delle persone, anche i bambini dovranno essere equipaggiati con dispositivi adeguati in termini di sicurezza e funzionalità.

Inoltre, si deve tener conto della difficoltà di reperimento in commercio di mascherine per i più piccoli.

«Per questo– spiegano Flavia e Cristina Lecci- abbiamo pensato di creare dei prototipi di mascherine idonee per dimensioni e sostegni al viso del bambino

«Abbiamo cercato di far in modo che possano essere funzionali ma anche gradite ai bambini, abbiamo aggiunto un aspetto ludico: il copri-mascherina si può colorare con comuni pennarelli adatti del tessuto, è lavabile, perché in cotone naturale, e riutilizzabile grazie alla sostituzione dell’inserto di tessuto chirurgico». continuano Flavia e Cristina Lecci.

L’Ospedale Cannizzaro ha accolto la proposta di sottoporre a valutazione le mascherine, chiedendo, dunque, la collaborazione dei piccoli pazienti e dei loro genitori.

I bambini e i genitori, infatti, sono stati invitati a dare un feedback in termini di facilità di utilizzo, di funzionalità, di confort, di idoneità dei materiali, dell’elemento ludico.

Il Direttore Generale Giuffrida ha ringraziato i promotori dell’iniziativa e quanti ad essa collaborano.

«Con il lodevole obiettivo di rendere più sicuro anche per i bambini il graduale allentamento delle restrizioni e più confortevole l’adozione da parte loro di misure igienico-sanitarie che per un certo tempo dovranno essere mantenute» ha dichiarato Giuffrida.

G.G.

 

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker