fbpx
Nera

Mascali, posto di blocco. Il marito dall’oltretomba la intima a procedere

Inseguimento a Mascali. La donna non si ferma all’alt dei carabinieri per volere per marito defunto.

“Non fermarti mai … corri” le avrebbe infatti detto il fantasma del marito morto cinque anni fa.

La 44enne acese si trovava alla guida di una Ford Kuga, e seguendo le parole del defunto marito ha deciso di non fermarsi neanche davanti all’alt imposto dai carabinieri di una pattuglia, in via Spiaggia sul lungomare di Mascali.

Così è iniziato l’inseguimento.

Fast and Furious edizione Mascali

La 44enne è stata inseguita da tre volanti dei carabinieri a super velocità fino a Santa Maria delle Grazie, frazione di Acireale dove è stata bloccata ed arrestata.

La donna andava ad una velocità disarmante, come se fosse una fuggitiva. Per via della forza impressa sull’acceleratore infatti, si è dimostrata un vero e proprio pericolo pubblico. Nel centro storico di Giarre, sulla via Callipoli e sul viale Sturzo ha seminato il panico tra auto e pedoni, cercando addirittura di investire una vettura delle Forze dell’Ordine che le stava dietro.

L’inseguimento, che ha visto la collaborazione delle volanti di Mascali, Giarre ed Acireale, è terminato quando l’auto della donna è stata circondata dalle pattuglie.

Quando l’automobilista è scesa dalla Ford la sua giustificazione è stata proprio l’allusione del coniuge defunto: “Mio marito morto da 5 anni mi sussurrava all’orecchio di non fermarmi. Mi diceva corri corri, ed io ho ascoltato il suo messaggio”.

La donna è stata ammanettata con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento di una vettura dell’Arma. La patente di guida, per ovvi motivi, è stata ritirata. In attesa dell’udienza di convalida, la 44 enne è posta agli arresti domiciliari.

Immagine in evidenza di repertorio.

EG.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button