fbpx
LifeStylePersonaggi

Mariella Lo Giudice, figlia dell’Etna e virtuosa attrice

A sette anni dalla scomparsa della famosa artista, il ricordo rimane ancora vivo

Mariella Lo Giudice era un’artista. Un’attrice tra le più amate e apprezzate del panorama artistico catanese e italiano. Sono sette anni che ci ha lasciato, compiuti da poco, il 31 luglio.

Gli esordi

Maria Enza Lo Giudice nasce il 6 febbraio 1952 a San Giovanni La Punta, in provincia di Catania. Nipote di  famosi artisti circensi, comincia sin da bambina a dedicarsi alle arti del canto, della danza e della recitazione. Dopotutto le performarce artistiche sono nel sangue della sua famiglia.

Era ancora una bambina di appena 9 anni quado conosce l’attrice Fioretta Mari. A lei confida la sua passione per la recitazione.  Il suo debutto avviene a 10 anni, sul palco del neonato Teatro Stabile, grazie all’amicizia della madre Carolina con la Mari, che la scrittura per “Mariana Pineda” di Garcia Lorca con la regia di Giuseppe Di Martino.

Da lì a poco verrà seguita da importanti personalità del campo come Turi Ferro, Ida Carrara, Umberto Spadaro, Ave Ninchi. Prenderà il suo nome d’arte, Mariella Lo Giudice, nel corso degli anni quando parteciperà programmi televisivi, radiofonici e set cinematografici.

La sua carriera sul palcoscenico

Prima attrice del Teatro Stabile, proprio il luogo che le aveva dato il primo assaggio del mondo della recitazione, la Lo Giudice ha calcato palchi importantissimi, nazionali e non.

I Vicerè (regia di Franco Enriquez), La scuola delle mogli (Turi Ferro), Medea (Maurizio Scaparro), L’uomo la bestia la virtù (Andrea Camilleri), Zaira (Giancarlo Sbragia), Il segno verde (Armando Pugliese), Il maestro e Marta (Walter Pagliaro), La lunga vita di Marianna Ucrìa (Lamberto Puggelli), Così è se vi pare(Guglielmo Ferro), Tutto è bene quel che finisce bene (Daniela Ardini), Il birraio di Preston di Camilleri (Giuseppe Di Pasquale), Retablo di Consolo, Il villaggio Stephanchicovo di Dostoevskij ( Edmondo Fenoglio), Casa La Gloria di Antonio Di Grado, Il giardino dei ciliegi di Cechov, Corruzione a palazzo di giustizia di Betti, Stelle del firmamento di Puig (Sandro Sequi). Nel 2011 ha recitato in La casa della nonna di Nino Romeo, poi in L’avventura di Ernesto di Giovanni Anfuso e in Il matrimonio di Nino Mangano.

Non solo teatro

Mariella Lo Giudice non si è limitata solo al mondo del teatro, ma è stata anche un’apprezzata attrice cinematografica.  Ha fatto parte dei cast di Nuovo cinema Paradiso di Giuseppe Tornatore, di Zuppa di pesce di Alex Infascelli. È stata la domestica di Tano Cariddi, interpretato da Remo Girone nella decima stagione della fiction La Piovra e ne Il maresciallo Rocca con Gigi Proietti.

L’attrice, inoltre,ha preso parte a diverse mini-serie tv tra cui: La professione della signora Warren di Giorgio Albertazzi, La scalata, di Vittorio Sindoni, Quell’antico amore con Alida Valli, L’amante dell’orsa maggiore con Ray Lovelock, Il Bambino della domenica di Maurizio Zaccaro. La sua ultima apparizione risale al 2009 ne La Matassa di Ficarra e Picone.

Il legame con Catania e il ” Memorial Day Mariella Lo Giudice”

Mariella ha sempre nutrito un amore quasi viscerale per la sua città. E i catanesi hanno ricambiato incondizionatamente. Infatti, malgrado la malattia la logorasse non ha mai interrotto la sua attività teatrale. Il 3 agosto avrebbe dovuto recitare nel suo ultimo spettacolo: Pathos – la tragedia delle troiane, con Lindsay Kemp, per la regia di Micha van Hoecke.

Mariella si è spenta il 31 luglio 2011 a Catania all’età di 58 anni dopo aver combattuto per sei anni contro un male incurabile.

Per mantenere vivo il suo ricordo, è stato istituito il “Memorial Day Mariella lo Giudice”, una serata commemorativa a scopo benefico i cui fondi sono destinati a diverse enti. Il 12 settembre del 2011, inoltre le è stata intitolata la Corte del Palazzo Platamone di Catania in cui si trova un’opera per lei realizzata da Francesco Giordano.

Nell’agosto del 2012, il Comune di San Giovanni La Punta, luogo natio di Mariella Lo Giudice, grazie ad una proposta del Direttore Artistico Michele Russo, ha istituito la rassegna teatrale “Memorial Mariella Lo Giudice” ed un premio in sua memoria.

EG

E.F.

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker