fbpx
CronachePrimo Piano

Ecco dove il mare è più inquinato in Sicilia secondo Legambiente

Il mare che bagna le coste della Sicilia è molto inquinato: ecco dove non farsi il bagno secondo Goletta Verde, la storica campagna di Legambiente.

Su una lista di 25 luoghi sulla costa monitorati, 16 di questi sforano i limiti di legge. Dodici di questi, inoltre, sono ritenuti “fortemente inquinati”. A causare questa sporcizia nei mari, canali e foci che riversano scarichi non depurati correttamente.

I punti più inquinati

Tra Catania, Palermo, Messina, Agrigento, Caltanissetta, Ragusa e Siracusa si segnalano dunque punti fortemente inquinati.

A Catania dei quattro analizzati, due sono risultati davvero preoccupanti. Parliamo, infatti, dello sbocco del canale fognario di Aci Castello e la foce dell’Alcantara tra Calatabiano e Giardini Naxos. Inquinata anche la foce del torrente Macchia a Mascali. L’unica a salvarsi, invece, è la spiaggia nei pressi del canale Force in Contrada Pontano d’Arci.

A Siracusa risulta fortemente inquinata la foce del canale Grimaldi, mentre a Ragusa tocca alla foce della Fiumara di Modica. Nel messinese niente bagno nei pressi della foce del torrente Patrì a Barcellona Pozzo di Gotto. Spostandoci nell’area occidentale, invece, vediamo come a Palermo siano ben quattro i punti fortemente inquinanti. Codice rosso dunque per il punto sullo sbocco dello scarico in via Messina Marine a Palermo e sul piano stenditore del lungomare in località Porticello a Santa Flavia. Molto inquinata anche la foce del fiume Chiachea a Carini e la foce del torrente Nocella tra Terrasini e Trappeto.

Agrigento vede il punto sulla foce del torrente Cansalamone a Sciacca fortemente inquinato: invece, a Caltanissetta, si aggiudica questo “titolo” il punto sulla foce del fiume Gattano a Gela.

E.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker