fbpx
CronachePoliticaPrimo Piano

«Contrordine, compagni!» Mangano ritira le dimissioni e la sinistra appoggia Abramo

Sostenere un candidato unitario nella lista di Abramo: Marcello Failla, Paolo Castorina, Niccolò Notarbartolo?

Dopo essere andato in minoranza e avere presentato le dimissioni nel corso dell’ultima infuocata riunione di MDP, ieri sera, a un incontro altrettanto scoppiettante, Paolino Mangano ha ritirato le dimissioni da coordinatore provvisorio del partito di sinistra, che tanto provvisorio non sembrerebbe visto che continua a rimanere incollato alla, seppur precaria, carica di partito.

Durante l’incontro si è discusso anche delle amministrative catanesi. Il partito rimane diviso in due: da una parte i manganiani tutti propensi a saltare il giro, e dall’altro i castelliani che vorrebbero invece sostenere Emiliano Abramo che nel frattempo, proprio stasera, ha tenuto la prima assemblea pubblica di presentazione del programma nella sede di via Francesco Crispi. All’assemblea ha partecipato anche Marcello Failla, coordinatore provinciale di Sinistra Italiana e Paolo Castorina, ex sindaco di Acicastello, candidato seriale e di professione faviana.

Su Emiliano Abramo dovrebbe convergere anche Leo Micali, coordinatore di Possibile. Nella sinistra si fa sempre più strada l’ipotesi di sostenere un candidato unitario nella lista di Abramo. Tra i nomi vi sarebbero lo stesso Marcello Failla, Paolo Castorina, Niccolò Notarbartolo e un altro nome su cui vince il massimo riserbo.

In questo scenario, al netto del coinvolgimento di Castorina, i faviani rimangono alla finestra. La linea è quella indicata da Fava: “Molliamo Catania, per il momento”.

Liberi e Uguali, poi, si è dissolta nel nulla mentre l’associazione Centopassi guidata da Fava si incontrerà venerdì prossimo a Palermo con un obiettivo: costruire una sinistra oggi polverizzata.

AGGIORNAMENTO: Paolino Mangano replica a questo articolo con pesanti insinuazioni contro la nostra testata, i collaboratori e la scrivente.

Mostra di più

Debora Borgese

Non ricordo un solo giorno della mia vita senza un microfono in mano. Nata in una famiglia di musicisti da generazioni, non potevo non essere anche io cantante e musicista. Ma si registrano nomi di rilievo anche tra giornalisti e critici letterari, quindi la penna è sempre in mano insieme al microfono. Speaker radiofonica per casualità, muovo i primi passi a Radio Fantastica (G.ppo RMB), fondo insieme a un gruppo di nerd Radio Velvet, la prima web radio pirata di Catania e inizio a scrivere per Lavika Web Magazine. Transito a Radio Zammù, la radio dell'Università di Catania, e si infittiscono le collaborazioni con altre testate giornalistiche tra le quali Viola Post e MuziKult. Mi occupo prevalentemente di politica, inchieste, arte, musica, cultura e spettacolo, politiche sociali e sanitarie, cronaca. Diplomata al Liceo Artistico in Catalogazione dei Beni Culturali e Ambientali - Rilievo e restauro architettonico, pittorico e scultoreo, sono anche gestore eventi e manifestazioni, attività fieristiche e congressuali. Social media manager e influencer a detta di Klout. Qualche premio l'ho vinto anche io. Nel 2012, WILLIAM SHARP CONTEST “Our land: problems and possibilities, young people’s voices” presentando lo slip stream “I go home. Tomorrow!” Nel 2014, PREMIO DI GIORNALISMO ENRICO ESCHER: mi classifico al 2° posto con menzione speciale per il servizio sulla tecnica di cura oncologica protonterapica e centro di Protonterapia a Catania. Nel 2016, vince il premio per il miglior programma radiofonico universitario 2015 "Terremoto il giorno prima. Pillole di informazione sismica" al quale ho dato il mio contributo con il servizio sul terremoto in Irpinia. Ho presentato un numero indefinito di eventi musicali, tra i quali SONICA di Musica e Suoni, e condotto dirette radiofoniche sottopalco per diverse manifestazioni musicali come il Lennon Festival, moda e concorsi di bellezza. Ho presentato diversi libri di narrativa e politica, anche alla Camera dei Deputati. Ho redatto atti parlamentari alla Camera, Senato, Assemblea Regionale Siciliana e mozioni al Comune di Catania. Vivo per la musica. Adoro leggere. Scrivo per soddisfare un bisogno vitale. La citazione che sintetizza il mio approccio alla vita? Dai "Quaderni di Serafino Gubbio operatore" di L. Pirandello: "Studio la gente nelle sue più ordinarie occupazioni, se mi riesca di scoprire negli altri quello che manca a me per ogni cosa ch'io faccia: la certezza che capiscano ciò che fanno".

Potrebbe interessarti anche

Back to top button