fbpx
CronachePrimo Piano

Manager Sanità: nominato Lanza, il super pagato di Stancanelli ed altri “vecchi”

L’assessore alla Sanità Ruggero Razza toppa anche nelle nomine dei manager. Aveva annunciato di riportare in Sicilia la giovane eccellenza e invece ci ritroviamo dei riciclati. Mancato quindi anche l’obiettivo del Presidente Musumeci che parlava di rivoluzionario rinnovamento.

Fanno la differenza solo Walter Messina e Vincenzo Barone. Il primo è un manager siciliano impegnato da anni a Latina e nominato al Villa Sofia di Palermo.

Per Vincenzo Barone, assegnato al Bonino Pulejo di Messina, più che di rinnovamento si può parlare di merito. Fu infatti il manager che a febbraio scorso preferì dimettersi dal Civico di Palermo. In quell’occasione Barone, da braccio destro del commissario Giovanni Migliore, non digerì che questi gli avesse attribuito la firma della delibera che autorizzava l’arrivo in corsia della compagna di Migliore, Anna Galluzzo. Barone viene indicato da Lorenzo Cesa dell’UDC

I riciclati della politica e c’è anche il pupillo super retribuito di Stancanelli

Spicca su tutti il nome di Maurizio Letterio Lanza. Fedelissimo del senatore Raffaele Stancanelli sarà a capo dell’asp di Catania.

Senza nulla togliere al curriculum di tutto rispetto di Lanza, sono necessarie del notazioni. Lanza infatti è stato condannato per danno erariale dalla Corte dei conti. Il fatto imputato accade nel 2015 quando nomina Cosimo Rosselli manager a capo del personale dell’Asp 3. Una condanna costata 96mila euro.
Poco male per Lanza che, tutto sommato, si toglie questo debito con le sole “gratificazioni” ricevute da Stancanelli.

Correva il 2013 ed Enzo Bianco appena nominato sindaco si trovava a dover pagare a Lanza quasi 90mila euro di premio per i risultati conseguiti nella qualità di Direttore Generale del Comune di Catania negli anni 2011 e 2012. Stancanelli da primo cittadino nominava dal 2008 al 2013 Lanza quale direttore del comune.
Il manager che ora andrà a capo della sanità catanese allora percepiva, da un comune costretto ad un piano di rietro e oggi in ginocchio, una paga base fissata in 146.268 euro per ogni anno di servizio. Allo stipendio di 12 mila euro mensili il senatore del centrodestra ritenne opportuno aggiungere i due premi di 40.803 per il 2011 e di 38.886 per il 2012.

Sirna o Giammanco per il Policlinico di Catania. Quale novità?

Non sono ancora stati nominati i dirigenti per i Policlinici universitari di Catania, Messina e Palermo. Su Catania però si fa sempre più insistente l’alternativa tra Giuseppe Sirna e Giuseppe Giammanco. Entrambi furono espressione di Crocetta per uno o per l’altro si tratterebbe di un ritorno che non segna alcuna linea di demarcazione tra l’amministrazione regionale passata e quella di Musumeci.

ll veterinario a Messina e il ragioniere ad Agrigento

Il veterinario Paolo La Paglia viene destinato a capo dell’Asp di Messina ed anche lui è espressione dell’UDC.

Giorgio Santonocito va all’Asp di Agrigento e in questo caso parlare di novità è assolutamente improprio. Dal 2006 si occupa di dirigenza in campo sanitario. Altro fedelissimo di Raffaele Stancanelli nel periodo in cui questi è primo cittadino a Catania Santonocito è membro del consiglio d’amministrazione di: Asec, Sidra, Catania Multiservizi, Investi a Catania nonchè ragioniere generale del Comune oltre che coordinatore della II area dipartimentale.

Ecco una parte della rivoluzione innovativa del presidente Nello Musumeci e del suo assessore Ruggero Razza.

 

Mostra di più

Fabiola Foti

38 anni, mamma di Adriano e Alessandro. Giornalista da 20 anni, può testimoniare il passaggio dell'informazione dal cartaceo al web e, in televisione, dall'analogico al digitale. Esperta in montaggio audio-video e in social, amante delle nuove tecnologie è convinta che il web, più che la fine dell'informazione come affermano i "giornalisti matusa", rappresenti una nuova frontiera da superare. Laureata in scienze giuridiche a Catania ha presentato una tesi in Diritto Ecclesiastico. Ha lavorato per: TRA, Rei Tv, Video Mediterraneo, TeleJonica, TirrenoSat, Giornale di Sicilia. Regista e conduttrice del format tv di approfondimento Viaggio Nella Realtà. Direttore di SudPress per due anni. Già responsabile Ufficio Stampa per Società degli Interporti Siciliani e Iterporti Italiani. Già responsabile Comunicazione e Social per due partiti. Attualmente assistente parlarmentare con mansioni di Ufficio Stampa presso il Parlamento Europeo. Fondatore della testata online L'Urlo.

Potrebbe interessarti anche

Back to top button