NeraPrimo Piano

Mafia nigeriana all’interno del Cara di Mineo: sgominati “Vikings”

Base operativa all’interno del Cara di Mineo per una cellula di un’organizzazione criminale mafiosa nigeriana chiamata “Vikings”.

Su delega della procura distrettuale antimafia, la Polizia di Stato ha eseguito 19 fermi nei confronti di persone gravemente indiziate, a vario titolo, dei reati di associazione per delinquere di tipo mafioso, associazione per delinquere finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti o psicotrope, detenzione, trasporto e cessione di sostanza stupefacente del tipo cocaina e marijuana, con l’aggravante dell’aver commesso il reato al fine di agevolare l’attività dell’associazione di tipo mafioso denominata “Vikings” e violenza sessuale aggravata.

Le indagini condotte dalla squadra mobile di Catania hanno permesso di ricostruire struttura e ruoli dell’organizzazione caratterizzata dalla suddivisione sul territorio italiano in gruppi, con competenza su specifiche porzioni del territorio. 

Nello specifico, la cellula attiva nella zona di Catania con sede presso il Cara di Mineo, commetteva un numero indeterminato di delitti contro la persona. I reati passano dai stupefacenti fino a contro il patrimonio: il gruppo, inoltre, tentava di imporsi nel territorio arrivando persino a scontrarsi con altre organizzazioni cultiste rivali. L’obiettivo principale era assumere e conservare il predominio nell’ambito delle comunità straniere presenti all’interno di quel centro di accoglienza, creando un forte assoggettamento omertoso.

Inoltre, a seguito delle indagini sono emersi anche una serie di rituali praticati dai membri, al fine di dimostrare la propria fedeltà all’organizzazione.

E.G.


Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.