fbpx
PoliticaPrimo Piano

M5S, i grillini siciliani insorgono

La lettera aperta degli attivisti dissidenti ai vertici

M5S, in Sicilia il seme della dissidenza germoglia tra gli attivisti grillini. L’ipotesi sempre più concreta di un governo che vede il partito guidato a Luigi Di Maio allearsi i Dem li fa rabbrividire. Così, mentre procede il secondo giro di consultazioni con il PdR Sergio Mattarella, la base grillina insorge e fa rete tra i dissidenti dell’ultima ora.

I meetup regionali M5S fanno rete?

Consci delle conseguenze che potrebbe generare la loro posizione, da giorni alcuni attivisti fanno circolare in chat private una lettera aperta per conoscenza a potenziali sostenitori.

Intestataria della missiva risulta essere “Sicilia Attiva”. Non si tratta di un meetup regionale, bensì di una sedicente rete di meetup M5S. Vale a dire che gli attivisti di Palermo, Caltanissetta, Agrigento, Siracusa, Ragusa, Trapani, Enna, Messina e Catania avrebbero sottoscritto questo documento. Esiste invece un gruppo pubblico su facebook che, tuttavia, non viene aggiornato dal mese di maggio e sul quale della lettera non v’è traccia.

Sebbene molti attivisti “duri e puri” dei meetup ufficiali neghino la sottoscrizione, plausibile e condivisibile sarebbe il contenuto dello scritto. Sono infatti concetti che ben si sposano con gli umori che si respirano sui social tra gli attivisti che disapprovano l’alleanza con il PD. Un documento che, se preso seriamente in considerazione dai vertici, renderebbe inutile la consultazione su Rousseau invocata da Di Maio per decidere le sorti del Paese. Tutto questo, fermo restando che la piattaforma grillina è controllata da chi detiene e gestisce i dati.

Lettera aperta di “Sicilia Attiva”

Noi attivisti (iscritti) del M5S Siciliano, quegli stessi che da sempre si riconoscono nei valori fondanti del M5S, quegli stessi che non vengono più tenuti in considerazione, tanto da essere nemmeno citati nello Statuto del Movimento, ma che il Movimento lo hanno ancora nel sangue, nel cuore e nella mente.

Siamo e restiamo ancora quegli stessi attivisti (iscritti) dei territori che, prendendo atto di cambiamenti continui ,a volte caotici e confusi, dettati da agende politiche mutevoli, votazioni e situazioni contingenti in cui ha prevalso solo un malinteso pragmatismo, siamo quelli che, pur avendo cercato in tutti i modi di far capire che molte delle scelte operate in questo ultimo anno e mezzo erano sbagliate, per come poi si sono rivelate, e che tuttavia,
siamo gli stessi che hanno sostenuto convintamente e lealmente il Movimento, nelle varie tornate elettorali.

Ebbene, NOI attivisti (iscritti) siciliani, oggi, IN QUESTO PARTICOLARE e delicatissimo MOMENTO POLITICO, che ha generato una crisi di governo dagli imprevedibili e non positivi effetti a livello economico e sociali, per i cittadini TUTTI e per la credibilità stessa delle istituzioni e, conseguentemente, dell’intera politica, a cominciare
proprio dal Movimento quale prima forza politica del Paese, con questa “LETTERA APERTA”, rivolta al nostro Capo Politico, al nostro Garante e a tutti i nostri Portavoce che siedono in Parlamento, con forza e nel pieno convincimento della necessità di dare un segnale CHIARO di COERENZA con i VALORI ed i PRINCIPI che ci contraddistinguono.

RICORDIAMO A NOI STESSI

Che, come ebbe a dire il NOSTRO Padre Co-fondatore Gianroberto Casaleggio, solo pochi mesi prima di lasciarci:

“Siamo un Movimento, non un partito ed è fondamentale tenere le distanze e marcare le differenze”
“Ogni volta che deroghi ad una regola praticamente la cancelli”
“Il M5S è uno solo e si presenta con il suo volto”

Pertanto, nella consapevolezza che esiste la “Realpolitik”, ma questa NON può e NON deve portare all’annullamento della stessa nostra ragion d’essere, che certamente non è quella di “mediare” tra dinamiche politiche che hanno tutte, a prescindere dall’area di provenienza, come scopo primario e come sempre, quello di delegittimare e danneggiare il M5S, con grande decisione e convincimento che, nel tempo, si rivelerebbe scelta devastante, sia per gli interessi del Paese, sia per la stessa sopravvivenza del Movimento,

CHIEDIAMO

che NON si dia seguito ad alcun tipo di accordo, né tecnico né programmatico, con altri partiti che DA SEMPRE hanno rappresentato quanto di peggio la politica del nostro Paese ha espresso e che viene sinteticamente definito col termine “PARTITOCRAZIA!” e che si  applichi la totale trasparenza su Rousseau e risolvere concretamente le problematiche sulla correttezza e la verifica delle operazioni (prima e durante il voto) su “Rousseau” come emerse dai provvedimento del garante della privacy di cui è stata oggetto la piattaforma
stessa, a tutela del corretto svolgimento del voto di qualsiasi iscritto, secondo gli standard internazionali delle piattaforme e-voting.

Per CONTINUARE e TORNARE ad essere SOLO ciò che siamo e QUELLA SPERANZA che rappresentiamo per i nostri elettori ed il nostro amato Paese!

SBAGLIARE È UMANO, PERSEVERARE È DIABOLICO!

Oggi, invece, si ritiene estremamente NECESSARIO E NON PIÙ RINVIABILE riprendere con maggiore decisione, slancio e “attenzione” un processo di riorganizzazione INTERNO che sia impostato a livello “orizzontale e diffuso” ai vari livelli.

Posta chiarezza in tale ambito, finalmente, si avrà la base organizzativa adeguata per poter discutere o ridiscutere meglio, anche a livello esterno, aspetti fondamentali come valori fondanti da cui ripartire, la comunicazione e il coordinamento concreto con i territori e i vari livelli politici dei portavoce del Movimento 5 Stelle.
Senza questi passaggi di ritrovata chiarezza in termini di valori, principi e obiettivi, qualunque idea del futuro,
qualunque azione politica, qualsiasi buona volontà di ripartenza o riorganizzazione tenderà a scontrarsi inesorabilmente contro il muro del crollo della nostra stessa credibilità politica!

RICOMINCIARE, NON SOLO È POSSIBILE, È DOVEROSO!

Per la Rete Meetup “Sicilia Attiva”
in rappresentanza dei Meetup di
Palermo e Provincia
Caltanissetta e Provincia
Agrigento e Provincia
Siracusa e Provincia
Ragusa e Provincia
Trapani e Provincia
Enna e Provincia
Messina e Provincia
Catania e Provincia

 

 

 

Tags
Mostra di più

Debora Borgese

Non ricordo un solo giorno della mia vita senza un microfono in mano. Nata in una famiglia di musicisti da generazioni, non potevo non essere anche io cantante e musicista. Ma si registrano nomi di rilievo anche tra giornalisti e critici letterari, quindi la penna è sempre in mano insieme al microfono. Speaker radiofonica per casualità, muovo i primi passi a Radio Fantastica (G.ppo RMB), fondo insieme a un gruppo di nerd Radio Velvet, la prima web radio pirata di Catania e inizio a scrivere per Lavika Web Magazine. Transito a Radio Zammù, la radio dell'Università di Catania, e si infittiscono le collaborazioni con altre testate giornalistiche tra le quali Viola Post e MuziKult. Mi occupo prevalentemente di politica, inchieste, arte, musica, cultura e spettacolo, politiche sociali e sanitarie, cronaca. Diplomata al Liceo Artistico in Catalogazione dei Beni Culturali e Ambientali - Rilievo e restauro architettonico, pittorico e scultoreo, sono anche gestore eventi e manifestazioni, attività fieristiche e congressuali. Social media manager e influencer a detta di Klout. Qualche premio l'ho vinto anche io. Nel 2012, WILLIAM SHARP CONTEST “Our land: problems and possibilities, young people’s voices” presentando lo slip stream “I go home. Tomorrow!” Nel 2014, PREMIO DI GIORNALISMO ENRICO ESCHER: mi classifico al 2° posto con menzione speciale per il servizio sulla tecnica di cura oncologica protonterapica e centro di Protonterapia a Catania. Nel 2016, vince il premio per il miglior programma radiofonico universitario 2015 "Terremoto il giorno prima. Pillole di informazione sismica" al quale ho dato il mio contributo con il servizio sul terremoto in Irpinia. Ho presentato un numero indefinito di eventi musicali, tra i quali SONICA di Musica e Suoni, e condotto dirette radiofoniche sottopalco per diverse manifestazioni musicali come il Lennon Festival, moda e concorsi di bellezza. Ho presentato diversi libri di narrativa e politica, anche alla Camera dei Deputati. Ho redatto atti parlamentari alla Camera, Senato, Assemblea Regionale Siciliana e mozioni al Comune di Catania. Vivo per la musica. Adoro leggere. Scrivo per soddisfare un bisogno vitale. La citazione che sintetizza il mio approccio alla vita? Dai "Quaderni di Serafino Gubbio operatore" di L. Pirandello: "Studio la gente nelle sue più ordinarie occupazioni, se mi riesca di scoprire negli altri quello che manca a me per ogni cosa ch'io faccia: la certezza che capiscano ciò che fanno".

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker