fbpx
Università

L’Unict cambia logo, presentato nuovo simbolo dell’Università etnea

L’Università di Catania cambia logo. In occasione della cerimonia del nuovo anno accademico, tenutasi oggi 12 febbraio in streaming, è stato presentato il nuovo simbolo dell’Università etnea.

Foto: nuovo logo

 

 

 

 

Foto: vecchio logo

 

 

 

 

 

 

“Un brand è molto di più di un logo. È un sistema complesso fatto di segni, di codici linguistici e visivi che servono a visualizzare la vera essenza e unicità di una marca”. È Matteo Roversi, direttore dell’area branding Imille e curatore, a pronunciare queste parole assieme a Simone Tornabene e a Marco Angelini. 

 

 

 

 

L’Università di Catania giunta al suo venerando 556esimo compleanno cambia look: il nuovo stemma vede, infatti, il disegno di un elefante stilizzato circondato dalla dicitura Sicilia Studium Generale con l’anno di fondazione, il 1434. Durante la presentazione Roversi descrive le componenti del logo come una versione semplificata del Liotru: “L’elemento caratteristico è l’orecchio dell’elefante – spiega -nel quale si possono distinguere la punta, che rappresenta la sommità dell’Etna, e un rivolo che simboleggia una colata lavica ma anche la fiamma della conoscenza e del sapere, quasi come se l’elefante fosse salito sulla montagna, avesse preso la fiamma della conoscenza e l’avesse riportata alla città per diffonderla ovunque”.

Viene creato così un sigillo che, accompagnato dal logotipo “Università di Catania”, forma il nuovo logo. A quest’ultimo viene associato anche un monogramma con l’abbreviazione “UniCT” dove la “T” ricalca la curva della zanna dell’Elefante, simbolo della città.

 

Diverse colorazioni caratteristiche di Catania

“La novità e la bellezza del nuovo marchio- conclude Roversi- si può apprezzare nelle sue variazioni cromatiche. Per scegliere i colori del nuovo marchio dell’Università di Catania abbiamo campionato i colori caratteristici di Catania. Il logo può assumere diverse colorazioni: la colorazione della lava, della sabbia, del mare e della pietra lavica. Si crea un sistema che ci dà la possibilità di costruire un linguaggio che ci dà diverse possibilità di variazione”.

L’intervento completo è disponibile sul canale YouTube dell’ateneo e sul sito.

G.G.
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button