fbpx
Eventi

L’unico siciliano a Sanremo, chi è Davide Shorty

Sul palco dell’Ariston Shorty porta il “Sole di Palermo”. L’unico siciliano a Sanremo è il palermitano Davide Shorty classificato tra i vincitori dell’ultima edizione di Sanremo Giovani. Davide ha conquistato il palco delle Nuove Proposte con il brano “Regina”, una canzone particolare quanto innovativa: fonde insieme sonorità tipiche del Soul e del Rap.

“Regina”

Il brano del siciliano ha un significato ben preciso, come ha affermato lui stesso: “È una canzone d’amore che ho scritto per la mia ex ragazza e con la quale racconto la sua storia. Aggiungo, inoltre, che l’attrice che si vede nel video ufficiale è proprio lei”, afferma il cantante.

Il giovane racconta di aver composto questo pezzo intorno al 2018 tra le rive del lago Maggiore, con la sua band ma fu subito chiaro che il pezzo aveva tutte le potenzialità per il Festival italiano. “Infatti eccomi qui” dichiara felice Davide.

Chi è Davide Shorty

Il cantante siciliano, classe 1989, fin da piccolo è stato affascinato al mondo della musica. Durante l’adolescenza si è avvicinato al mondo dell’Hip Hop iniziando a produrre “beat” ossia le basi musicali per i testi rap; questa attività lo fa innamorare anche di sonorità Jazz e Soul.
Il giovane soffre di dislessia ma è solo un valore aggiunto alla sua musica e alla sua vita. Shorty, infatti, ha dichiarato che “grazie” all’incapacità di non saper leggere bene le parole ha deciso di riprendere tutte le parole che gli sfuggivano e giocarci. Il rap lo ha aiutato. “Devo dire che la musica, quindi il rap, mi ha aiutato molto a superare questo mio ostacolo”.

Nel 2015, inoltre, entra in scena nella nona edizione di X Factor, mentre, nel 2017 esce il suo primo album in Italia “Straniero”. Davide vive tutt’ora a Londra dove si è trasferito da giovanissimo ma questo non lo ha mai allontanato dalle sue radici siciliane e dalla sua città natale, Palermo. La giovane promessa ha chiarito che il capoluogo etneo gli ha sempre dato tanto. “Il rapporto che ho con questa città non si può spiegare. Palermo è come una madre”.

Tutti i siciliani aspettano con ansia il debutto sulla scena italiana del giovane Davide.

G.G.

 

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button