Politica

L’Udc dice addio all’Ars. Nasce Centristi per la Sicilia

Palermo – L’Udc non esiste più all’Ars. La decisione è stata presa nel corso di una riunione a Palazzo dei Normanni, alla presenza di Gianpiero D’Alia, che si è dimesso dall’Udc nei giorni scorsi, e degli assessori regionali Giovanni Pistorio e Gianluca Micciché.

I deputati regionali hanno votato all’unanimità il cambio di denominazione del gruppo parlamentare in “Centristi per la Sicilia”.

Con questo nuovo nome, gli ormai ex Udc fanno sapere che su tutto il territorio regionale verranno promosse iniziative a sostegno del SI alla riforma costituzionale, in accordo con i comitati referendari ispirati da Pier Ferdinando Casini.

E forse è stata proprio questa visione referendaria a spaccare l’Udc: mentre D’Alia, infatti, era per il Si al referedum, Lorenzo Cesa aveva dato una connotazione differente a sostegno del No e in alleanza col centrodestra sia a livello nazionale che regionale. Era seguita la sospensione dalla carica di presidente nazionale del partito di D’Alia e le sue conseguenti dimissioni.

Ora la decisione di transitare nel nuovo partito, tranne che per Totò Lentini, che transita al gruppo Misto per una questione di numeri.

 

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.