fbpx
CronacheNewsNews in evidenza

Lucia Borsellino lascia la Sicilia, ad attenderla un nuovo incarico

Palermo- L’ex assessore alla salute del governo Crocetta, Lucia Borsellino, figlia di Paolo Borsellino, lascia la Sicilia.

A lei è stato offerto un prestigioso incarico, per il quale dovrà trasferirsi, e non a breve a tempo, a Roma.

Ad attenderla un incarico in assegnazione temporanea all’Agenas, l’Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari, in cui la Borsellino si occuperà di valutare le prestazioni delle aziende sanitarie di tutta l’Italia.

Nello specifico, la Borsellino, dovrà occuparsi di seguire il protocollo che vi è tra l’Agenzia Nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas) e l’Autorità nazionale anticorruzione (Anac). 

Avrà anche il compito di seguire le misure previste dal Patto per la salute 2014-2016, le quali, sono state affidate all’Agenas come sistema nazionale di controllo.

A renderlo noto è proprio l’Agenas, annunciando che per la Borsellino è solo l’inizio e che, il nuovo futuro Presidente dell’Agenas, potrebbe essere lei, tanto che, è stato il Direttore Generale Francesco Bevere, a chiedere lo scorso 11 agosto alla Sicilia, di poter far fronte alla professionalità della Borsellino.

“Conosco Lucia Borsellino da anni – commenta Bevere – abbiamo già collaborato in più occasioni, non ultima quella della stesura del nuovo Patto per la salute e del Regolamento sugli standard ospedalieri. Poter contare sulla professionalità, l’esperienza, i valori, l’onestà intellettuale e l’etica professionale che la contraddistinguono è un indiscusso valore aggiunto per l’Agenzia e per i suoi interlocutor. Oltre a essere impegnati sul fronte Patto per la salute – ha aggiunto – tenuto conto delle preoccupanti dimensioni assunte dai fenomeni di corruzione e conflitto di interessi in ambito sanitario, su indicazione del Ministro Lorenzin, Agenas ha avviato in collaborazione con l’Autorità Nazionale Anticorruzione un percorso strategico sui temi della trasparenza, dell’etica e della legalità in sanità e sulla sperimentazione di nuovi modelli di gestione dei rischi nel sistema di governance delle aziende sanitarie. Ho ritenuto di affidare questa rilevante area di intervento a Lucia Borsellino – sottolinea Bevere – convinto che il Tavolo di lavoro nazionale Agenas – Anac – Ministero della salute potrà giovarsi del suo contributo per l’individuazione, la sperimentazione e la realizzazione, in collaborazione delle Regioni, di progetti ed azioni concrete, finalizzate alla prevenzione dei fenomeni corruttivi”.

E così, dato l’immediato consenso dell’ex assessore alla salute, dopo esse sfuggita nei mesi scorsi da vicende che vanno dalle sue dimissioni alle minacciose intercettazioni, e dopo esserle stata assegnata dal Ministero dell’interno una scorta,  inizia per lei un nuovo, lungo ed intenso percorso.

L’assegnazione dell’incarico avrà decorrenza dal primo di settembre, e stando al decreto della Funzione pubblica, avrà durata di almeno due anni.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker