fbpx
Cronache

Locali e controlli, ecco la replica del “Bar Torrisi”

Riceviamo e pubblichiamo dall’avv. Mariolino Leonardi:

“Formulo la presente per averne ricevuto mandato dal sig. Torrisi Illuminato, gerente l’azienda all’insegna “Bar Torrisi”, sita in Catania Viale Mario Rapisardi 444,munita di tutte le autorizzazioni prescritte dal vigente disposto normativo, nonchè dotata di tutte le migliori e più aggiornate attrezzature, così come di personale altamente qualificato, e ciò onde significare che la stessa, in data 29.9.016, ha subito l’accesso dei Funzionari della Polizia di Stato di Catania e della Polizia Municipale, i quali, fuorviando la effettiva rappresentazione dei luoghi e dei fatti, hanno determinato i Funzionari dell’Asp di Catania, dipartimento di prevenzione veterinaria, anche presenti, a predisporre un verbale di contestazione in merito alla omessa esposizione dei menù ed alla presenza di un pezzo di carne in corso di lavorazione sul banco all’uopo dedicato e perfettamente predisposto,e ciò nonos-tante i menù erano ivi presenti, per come comprovato dalle riproduzioni fotografiche che posso mostrare a chicchessia, le quali ritraggono i verbalizzanti che predispongono l’atto sullo stesso tavo-lo sul quale sono poggiati i menù, e nonostante gli accertatori avessero ben avuto il destro di com-prendere che la presenza della carne sul tavolo di marmo, era appunto in quanto l’acceso si è per-fezionato nel momento in cui la stessa era stata appena uscita dal forno di cottura per essere poi por-zionata ed esposta per la vendita.

Devo anche evidenziare che, separatamente, i Funzionari della Polizia Municipale, hanno contestato l’esistenza, contrariamente al vero, di una struttura movibile in legno, posta all’esterno del locale, che, a loro modo di vedere, rappresenta una forma di edificazione abusiva, dando luogo alla predisposizione di un verbale di contestazione in carenza di relativo potere e delle relative compe-tenze. Nonostante questa sia la realtà dei fatti, gli organi di stampa, hanno pubblicato, una notizia mendace, diffondendo il messaggio della presenza di “condizioni igenico sanitarie non in regola con le norme vigenti”, “carenze strutturali degli impianti frigoriferi”, “incrostazioni nella friggitrice”, “accertata la presenza di carne cotta posta sul bancone della cucina che, a giudizio dei Funzionari dell’Asp intervenuti, non possedeva più le caratteristiche di idoneità al consumo umano”, per l’effet-to contestando l’insussistente reato di “frode in commercio”.

L’accesso si è perfezionato nel momento in cui, nelle cucine si stava finendo di preparare il prodotto per la esposizione e somministrazione, mentre, nella sala, erano in corso le pulizie presup-posto fattuale imprescindibile per indi potersi degnamente accogliere gli avventori che, numerosi, frequentano il locale nell’arco delle venti ore di apertura quotidiana,e principalmente per consumare il pranzo e la cena. Entrambi i verbali predisposti dagli accertatori saranno oggetto di gravame,in quanto predis-posti in evidente carenza di potere, per quanto attiene a quello dei Vigili Urbani, nonchè, entrambi, in quanto frutto di un travisamento dei fatti e delle norme di diritto attagliabili al caso. In ragione di quanto sopra, facendo prontezza di trasmettere copia degli atti di gravame a quelli predisposti dagli accertatori, nonchè delle prove addotte a relativo sostegno, si chiede ai desti-natari della presente, di voler dare diffusione al presente messaggio, anche solo quale riscontro al diritto di replica spettante al titolare dell’azienda al cui indirizzo è stata ingiustamente proposta la comminatoria delle sanzioni di cui ai verbali avversati. Grato per l’attenzione che vorrete riservare al presente scritto, porgo i miei migliori saluti.

Avvocato Mariolino Leonardi.”

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano
Back to top button