fbpx
NewsPolitica

Locali di via Manzoni, l’on. Grillo (M5S) invia un’interrogazione al ministro dell’economia

Catania –  Non smette di suscitare polemiche il locale di via Manzoni, affittato dal Comune per farne sede in parte per gli uffici della Direzione Risorse Umane – Politiche Giovanili e la restante parte al Cnr. Dapprima è stato il consigliere Notarbartolo a sottoporre il problema (v.link), con immediata risposta dell’assessore Girlando (v.link).

La querelle sta per finire addirittura all’attenzione del ministro dell’economia, con un’interrogazione dell’on. Giulia Grillo.

“Il concetto di spending review è forse poco conosciuto dall’amministrazione guidata dal sindaco Bianco perché un’amministrazione, che stipula un contratto di locazione sborsando oltre 6.000€ al mese per una struttura con evidenti carenze, certo non applica criteri di buon senso e di risparmio”. A dichiararlo è l’onorevole Giulia Grillo, esponente del Movimento Cinque Stelle, la quale ha presentato una interrogazione al Ministro dell’economia e finanze.
“Il Comune di Catania è in una grave situazione di disequilibrio economico–finanziario e di pre-dissesto, come riportato anche da diversi articoli di stampa. Nonostante questo – fa notare la Grillo – il 12 dicembre 2014 il Comune di Catania ha stipulato un contratto di locazione passiva in Via Manzoni n. 91, 91/A, 91/B, 91/C, 91/D, 91/E angolo piazza San Nicolella n. 6/A, 7 e 7/A per l’acquisizione di un immobile di proprietà della Imeservice srl. Tale immobile presenta uno stato di fatiscenza e di carenze strutturali. Inoltre il canone di locazione del menzionato immobile durerà sei anni e il capoluogo etneo dovrà pagare ottantamila euro all’anno. Le quotazioni di mercato degli affitti per gli immobili della zona di  Via Manzoni  e dintorni della città di  Catania, secondo i valori dell’osservatorio immobiliare dell’Agenzia delle Entrate, aggiornati al 7 gennaio 2015, risultano essere inferiori  di circa la metà, rispetto a quanto il Comune di Catania dovrà corrispondere per i fitti passivi dell’immobile di proprietà di Imeservice srl. La legge196/2009  al comma 1 dell’art. 8 – ricorda la Grillo – stabilisce che le regioni, le province autonome di Trento e di Bolzano e gli enti locali determinano gli obiettivi dei propri  bilanci  annuali  e pluriennali in coerenza con gli  obiettivi  programmatici risultanti dal DEF”.
La scelta del Comune di Catania di stipulare un contratto di locazione per il fitto passivo dell’immobile citato appare alla deputata del Movimento Cinque Stelle in contraddizione con le disposizioni di cui al comma 1 dell’art. 8 la legge196/2009. Per questo l’onorevole chiede “se non si intendano intraprendere le iniziative di propria competenza per verificare eventuali violazioni delle norme in materia di  spending review previste per gli enti locali”.
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker