fbpx
LifeStyle

Dropart, lo Streetwear che piace a Catania

Sneakers, maglie Supreme e persino un’App che ti permette di trovare l’abbinamento giusto. Questo e molto altro è stato presentato nel corso della prima edizione di Dropart, il primo Expo di Streetwear della Sicilia, organizzato dal gruppo Offbeat.

Cosa si intende per Streetwear?

Diffuso, amato dai giovani ma non solo. Lo Streetwear, come annuncia una traduzione letterale, significa “abbigliamento da strada”. Uno stile, dunque, semplice e quotidiano nato da un mix di sottoculture che abbracciano il mondo dei graffiti, dello skate, del surf, della danza. Pilastro fondamentale è la spontaneità: sarebbe, dall’altra parte riduttivo limitare il suo raggio di azione prettamente al mondo della moda.  È più corretto parlare dello Streetwear come stile di vita.

Dietro gli amanti del genere, però, non c’è solo “passione” per la moda. Ma una sorta di lavoro certosino che si nasconde dietro la ricerca di tessuti, pezzi unici e dettagli che fanno la differenza. Proprio questi sono gli elementi che caratterizzano molti dei brand presenti ieri, nel corso del primo Expo di Streetwear in Sicilia tenutosi all’Ecs Dogana.

Sneakers: le regine incontrastate dello Streetwear

Un enorme Air Jordan campeggia all’entrata dell’Expo: è realizzata interamente da Snk Lab, laboratorio di Ragusa.

Qui abili artigiani scolpiscono sneakers di legno, pietra bianca iblea, cemento e resina. Opere d’arte uniche, ispirate ai modelli che hanno fatto la storia dello Streetwear. Ma esposte non sono solo queste fedeli riproduzioni, ma anche le scarpe più in voga del momento nelle loro versioni particolari e ricercate. Dalle classiche Yeezy Boost, le sneakers nate dalla collaborazione tra Adidas e il rapper statunitense Kanye West fino alle “Nike x Off White”, sodalizio tra la multinazionale statunitense e il brand di lusso dallo stile urbano.

La longeva e ricercata Supreme

Nato nel 1994 a New York come marchio rivolto alle culture skateboard, hip hop e punk rock, ad oggi Supreme è uno dei brand più ricercati. Tante le celebri collaborazioni, tra cui Louis Vuitton e The North Face.

Ogni singolo articolo, dalle maglie alle giacche rappresenta un pezzo quasi introvabile sul mercato. Presente al Dropart anche Duke Schöning, il reseller belga e collezionista dei capi Supreme. I prezzi sono assolutamente vertiginosi, arrivando a sfiorare anche i duemila euro. Il motivo? I prodotti Supreme vanno sold out in pochi minuti.

Un’app per trovare facilmente l’abbinamento giusto

Si chiama MixMatch ed il suo creatore, Andrea Di Lelio non nasconde l’entusiasmo quando ne parla.  Si tratta di un’App, ancora in fase di lancio, che permetterà facilmente attraverso diversi filtri di trovare i giusti outfits. Ma non solo: sarà possibile, inoltre, essere sempre al passo con le mode del momento. Da Milano, punto di riferimento per lo Streetwear fino a Catania. Il progetto mira già ad estendersi oltre i confini nazionali.

Tantissimi erano i brand emergenti e non presenti nel corso del DropArt. Milano, Napoli, Ragusa, Palermo, Belgio per citare  la provenienza di alcuni degli esperti giovanissimi che hanno partecipato attivamente all’Expo.

Catania si conferma una delle capitali dello Streetwear, con un evento dedicato alla cultura street “made in Sicily”.

In diretta dal Dropart – Lo streetwear in Sicilia

Posted by L'Urlo on Tuesday, 23 April 2019

 

 

 

 

 

 

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker