fbpx
Sport

Le parole di Mister Rigoli alla vigilia di Melfi-Catania

 

 

E’ intervenuto questa mattina presso la sala stampa di Torre del Grifo. il tecnico del Catania Pino Rigoli alla vigilia del match di Melfi in cui i rossazzurri saranno chiamati a confermare quanto di buono visto nel derby vittorioso contro il Messina.

Queste le sue parole raccolte dall’Urlo.

Partita di Melfi – «Sappiamo che il campo di Melfi è difficile. Si tratta di una squadra agguerrita e determinata. Chi affronta il Catania raddoppia sempre le proprie forze. Affronteremo questa gara al massimo, dovremo far valere le nostre doti. Per vincere dobbiamo mostrare tutta la nostra qualità».

Su Paolucci – «Paolucci non si discute, per noi rimane un giocatore importante sia come calciatore che come uomo. Non so ancora se domani giocherà».

Giocatori in dubbi – «Pisseri è stato tenuto a riposo solo precauzionalemente. Parisi ha qualche piccolo problemino, che i medici stanno valutando».

Scarso impiego di Piscitella – «Tutti i calciatori hanno le stesse possibilità di giocare. Deciderò domani se mandare in campo Piscitella.

Russotto – «Ce lo teniamo stretto. Deve essere più determinante. Sta migliorando piano piano. E’ stato più decisivo nella partita contro il Messina rispetto a quella di Taranto».

Mazzarani – «Mazzarani nasce mezz’ala, poi ha giocato più avanti. Nel suo futuro suo prevedo altro, ma me lo tengo per me. Fisicamente sta bene ma non è ancora al top. Può fare benissimo in questo campionato. La gestione di un calciatore importante come Mazzarani è come quella di tutti gli altri calciatori importanti che ci sono in rosa».

De Santis – «E’ arrivato con qualche chilo in più, a causa di un periodo di stop.

Le difficoltà di adattamento di Scoppa – «E’ un calciatore di grandissima qualità, penalizzato dalle caratteristiche della Lega Pro. Deve essere più costante nel gioco e nell’intensità. Si deve adattare».

Marchese – «Da ex calciatore del Catania ci è venuto a trovare. Come lui anche altri calciatori del passato sono venuti qui a Torre del Grifo. La scelta dei calciatori spetta sempre alla società».

Bucolo – «Bucolo ha notevole esperienza in Lega Pro nononstante sia giovane, l’essere catanese è per lui uno stimolo in più».

Di Grazia e Djordjevic – «Si è goduto il momento bellissimo dopo la tripletta col Messina ma è importante restare coi piedi per terra.

Crescita di Djordjevic – Ragazzo di grande valore. Sta imparando la tattica e anche l’italiano».

Chiusa la vicenda Treni del Gol- «Nello spogliatoio non ne abbiamo neanche parlato. Siamo l’unica squadra che ha pagato, sia in questo campionato che in quello passato. Non pensiamoci più. Purtroppo la penalizzazione incide non solo nella classifica ma anche nella testa della squadra. Non pensiamo ai punti che potrebbero tornarci, andiamo avanti».

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Back to top button