fbpx
CronacheNews in evidenzaPolitica

L’ing. Leonardi nominato componente del Comitato tecnico-sanitario

CATANIA – Prestigioso incarico per l’ing. Antonio Leonardi, direttore dell’Area Tutela e Sicurezza nei luoghi di lavoro-Dipartimento di Prevenzione dell’Asp Catania, nominato dal ministro della salute, Beatrice Lorenzin, componente del Comitato tecnico-sanitario, in rappresentanza della Conferenza Stato-Regioni e nello specifico del Comitato per l’indirizzo e la valutazione delle politiche attive e per il coordinamento nazionale delle attività di vigilanza in materia di salute e sicurezza sul lavoro. Il mandato ha durata triennale.

Il Comitato tecnico-sanitario, istituito nel 2013 con decreto n. 44 del Presidente della Repubblica e costituito con Decreto del Ministro della Salute del 20.05.2015, si è insediato il 10 giugno scorso e riunisce, in un unico organismo, i vari organi collegiali e organismi operanti presso il Ministero della Salute.

Compiacimento per la nomina è espressa dai vertici dell’Asp Catania, che augurano a Leonardi «un proficuo ed efficace lavoro a servizio dei lavoratori e del Paese».

Sono tredici le sezioni nelle quali si articola il Comitato tecnico-sanitario. I componenti sono ripartiti tra le sezioni dal Ministero della Salute, sentita la Conferenza delle regioni, in ragione delle materie e delle competenze professionali e istituzionali dei componenti medesimi.

«Sono onorato per la designazione – afferma Leonardi – che rappresenta per me un’ulteriore appello alla crescita professionale e alla promozione. Mi appresto a vivere questo mandato portando con me l’esperienza maturata nel nostro territorio e nella Regione, e restituendo al territorio i benefici del lavoro del Comitato nazionale».

La sezione per l’indirizzo e la valutazione delle politiche attive e per il coordinamento nazionale delle attività di vigilanza in materia di salute e sicurezza sul lavoro è l’organo di vertice a livello nazionale per la determinazione delle strategie nazionali e per il coordinamento delle attività di specifica competenza.

Fra i compiti:

  1. a) stabilire le linee comuni delle politiche nazionali in materia di salute e sicurezza sul lavoro;
  2. b) individuare obiettivi e programmi dell’azione pubblica di miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza dei lavoratori;
  3. c) definire la programmazione annuale in ordine ai settori prioritari di intervento dell’azione di vigilanza, i piani di attività e i progetti operativi a livello nazionale, tenendo conto delle indicazioni provenienti dai comitati regionali di coordinamento e dai programmi di azione individuati in sede comunitaria;
  4. d) programmare il coordinamento della vigilanza a livello nazionale in materia di salute e sicurezza sul lavoro;
  5. e) garantire lo scambio di informazioni tra i soggetti istituzionali al fine di promuovere l’uniformità dell’applicazione della normativa vigente;
  6. f) individuare le priorità della ricerca in tema di prevenzione dei rischi per la salute e sicurezza dei lavoratori.

 

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker