fbpx
CronacheEventiPrimo Piano

Grande festa al Liceo Classico Cutelli: l’Istituto compie 120 anni

Un traguardo più che centenario per il Liceo Classico “Mario Cutelli”. Oggi, infatti, l’Istituto celebra i 120 anni dalla sua fondazione con una ricca giornata di eventi.

La storia.

La fondazione del Liceo Classico “Mario Cutelli” è legata a una vicenda molto singolare che, nella Catania di fine secolo, vide coinvolti notabili, socialisti, clericali, liberali e massoni. Tutto ebbe inizio nel 1895, quando in città si sparse la notizia che i Gesuiti avrebbero insegnato al Collegio dei nobili: i governativi, liberali e anticlericali per vocazione, scesero in piazza per rivendicare, sostenuti dalla massoneria, la laicità della scuola, mentre gli antigovernativi, socialisti e cattolici, tuonavano in nome della libertà dell’istruzione.

Dopo una lunga controversia che fu “grave e delicata” arrivò la salomonica soluzione del governo centrale: “Roma 9 maggio 1898. Se il parlamento approverà la proposta di variazione di bilancio presentata dal ministero, per il prossimo anno scolastico, l’istituzione di un secondo liceo ginnasio a Catania sarà un fatto compiuto e ad essa potrà tenere dietro la nazionalizzazione del Collegio Cutelli. Ma per venire a ciò saranno necessari studi e riforme nell’ordinamento del Convitto, per le quali non può dirsi che saranno necessari i pochi mesi che separano dalla riapertura delle scuole p. mro. Chiarini

Nacque una scuola senza una sede propria e, tuttavia, tanto prestigiosa da catalizzare immediatamente la richiesta di ammissione di moltissimi giovani della città e della provincia. Così, proprio nei primi anni della vita del “Cutelli”, si trova la chiave interpretativa della sua storia: l’ indissolubile intreccio tra offerta formativa di alto profilo, impetuosa crescita del numero degli iscritti e mancanza di una sede adeguata.

Questa interpretazione è confermata dall’ elenco incredibilmente lungo delle sedi, nelle quali, superando difficoltà e disagi gravissimi (doppi o addirittura tripli turni, ore di 45 minuti, ristrettezza o scarsa illuminazione delle aule..), docenti e discenti del Cutelli hanno operato. “Il Liceo più prestigioso della città”si è spostato dal Convitto Nazionale, in via Vittorio Emanuele, a Palazzo Gravina, al Seminario Vescovile e a Palazzo Porto in via Maddem, dall’Istituto Maria Ausiliatrice all’ Istituto Tecnico Archimede e al II° Istituto Magistrale e, inoltre, dalle aule dislocate in piazza Teatro Massimo a quelle di via Giuffrida, di via Coppola, di via Libertà, fino alle aule della scuola elementare Mario Rapisardi in Viale Vittorio Veneto.

A partire dalla sessione di giugno degli esami di maturità del 1952, il Cutelli potè trasferirsi negli attuali locali di via Firenze; tuttavia, nemmeno nella sua sede definitiva riuscì a sfuggire alla sua storia. Ben presto i nuovi locali risultarono inadeguati al numero degli alunni, tanto che, dopo una serie di adattamenti e una grande ristrutturazione, la scuola ha avuto aule presso le scuole medie “Guglielmino” e “Sammartino Pardo” e, dal 2005, presso l’istituto tecnico “Eredia”.

Attualmente l’Istituto usufruisce di locali situati in via Firenze 202.

Conferenze, aule tematiche ed esibizioni.

Una giornata per scoprire il Cutelli, dalla particolare storia fino all’eccellenza di docenti ed alunni. Nel corso della mattinata, l’Aula Magna sarà punto nevralgico di esibizioni e conferenze.

Ore 8.30 Benvenuto della Dirigente Scolastica prof.ssa Elisa Colella

Ore 9.10 – 10.10 Mattinata in classe: docenti di ieri, alunni di oggi

Ore 10.15 – 10.30 Presentazione dell’Evento Inaugurazione della MOSTRA 120 ANNI DI STORIA L’albero genealogico della famiglia Cutelli

Ore 10.30 – 11.00 Intervento delle Autorità cittadine

Ore 11.00 – 11.15 Coffee break

Ore 11.15 – 11.20 I Nostri Alunni Martina Longheu – City of Angels, danza contemporanea

Ore 11.20 – 12.00 Giving Back Leonardo Caffo, filosofo e saggista, La scuola come anteprima Licia Romano, archeologa Dal Cutelli all’Iraq: le fondamenta di uno scavo

Ore 12.00 – 12.10 I Nostri Alunni Erasmo Santini – Chopin Polacca op.53, pianoforte

Ore 12.15 – 12.30 Classico Valore Aggiunto Barbara Mirabella dialoga con Massimiliano Berretta

Dalla cultura classica ai giochi matematici.

Parallelamente nelle aule tematiche si snoderanno temi di attualità e dolci fanciulle vestite a dee greche.  Le aule saranno aperte la mattina dalle 11:30 fino alle 13:00 e il pomeriggio dalle 14:30 alle 16:00 e dalle 18:00 alle 19:00.

V C GIOCHI MATEMATICI

II C IL MITO DI PROMETEO

IV I e IV E L’ILIADE MODERNA

V I e IV B I MITI ETNEI

IB e IE IL DECAMERON

II B LE TROIANE

III B L’OLIMPO

II E e ID UTOPIA E DISTOPIA

III E CATANIA IERI, UN TUFFO NEL PASSATO

IV H GIOCHI MATEMATICI

V H CRITTOGRAFIA

V F e IH INDIETRO NEL PASSATO VISITA GUIDATA AL PARTENONE

V D L’AMORE NELLA STORIA

II D MUSEO CLASSICO MARIO CUTELLI

III F DOVE SEI PROF? LA STORIA DI CARMELO SALANITRO

II A e V A COME RENDERE CATANIA LA CITTÀ IDEALE

III A GLI ANNI ‘60

I G IL SIMPOSIO

IV M L’EGITTO

IV F e IF RISOLVI IL PARADOSSO ALADIO PALESTRA FEMMINILE

II F II E, III E ESPERIMENTI DI FISICA SANTAGATI S. D’ANGELI LABORATORIO DI FISICA

L’utopia di Mario Cutelli

Dalle ore 16:00 alle 18:00 un convegno di studi, invece, approfondirà la figura del giurista, filosofo e latinista catanese, Mario Cutelli.

Introdurrà Salvatore Distefano, docente di Filosofia e Storia, Liceo Classico Mario Cutelli di Catania. Ad intervenire saranno Caterina Sindoni, Università di Messina, con ” Storia di un “sogno”. Mario Cutelli e la formazione della classe dirigente siciliana” e Federico Martino, Università di Messina con ” Mario Cutelli: tardo diritto comune e accentramento monarchico”. Modererà l’incontro la dirigente scolastica Elisa Colella.

Grande festa alla Terrazza Ulisse.

Non solo convegni e classicismo per il grande anniversario: la sera, l’evento si sposta alla Terrazza Ulisse per esibizioni e una scoppiettante serata danzante.

h. 20.30-21.00

120° ANNIVERSARIO videomaker Ettore Sapienza

CORREVA L ‘ANNO 1898 Simone Lemmo

ETNA Francesca Azzaro, Alice Francalanza, Aurora Papa coreografia Giulia Campione voce

JE VOLE Chiara Licciardello voce

DANZA DEI NASTRI. BAYADERE Vittoria Gigliotti coreografia

HOW BIG, HOW BLUE, HOW BEAUTIFUL Roberta Torrisi voce

L’OMAGGIO AL CUTELLI h. 21:00 – 22:00

Ezio Donato Sergio Giuffrida e Antonella Rapisarda – Sete cordas para ser feliz Manuela Ventura

IL BALLO h. 22:00 – 23:00

François e le Coccinelle NON ANDARE VIA Pierfrancesco Torrisi voce Francesca Azzaro Alice Francalanza, Aurora Papa coreografia

LA TORTA E Il BRINDISI h. 23:00

Violinisti in Jeans

Un traguardo importante.

Le difficoltà non sono mancate al Liceo Cutelli, tuttavia negli anni docenti e alunni hanno fatto si che l’Istituto diventasse simbolo di una formazione umana e culturale.

«Il progetto di Mario Cutelli è stato quello di formare una nuova classe dirigente per trasformare profondamente la società del suo tempo, il secolo XVII. E noi in piena continuità con il grande pensatore ed eminente giurista catanese abbiamo portato avanti questa idea-forza e intendiamo proseguire con determinazione su questa strada», dichiara la dirigente scolastica, Elisa Colella.

«Nonostante il cambiamento dei tempi e delle vicissitudini storiche e sociali -conclude Colella- i dirigenti, i docenti e gli alunni del Cutelli hanno saputo fare della propria scuola il luogo di una formazione umana e culturale seria e profonda a dimostrazione che non nelle cose, ma nelle persone risiede il valore di ogni progetto educativo».

EG.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.