fbpx
CronachePrimo Piano

L’Ibis di Acireale accoglie i pazienti Covid19 asintomatici

Cominciata la riconversione degli hotel per far trascorrere la quarantena ai pazienti covid dimessi dagli ospedali

Ibis Hotel di Acireale: accolti i primi pazienti Covid19 asintomatici.

La riconversione è iniziata. A Catania all’Ibis styles hotel già da ieri sono arrivati alcuni pazienti che trascorreranno la quarantena in hotel. I primi ospiti positivi al Covid-19, ma asintomatici o guariti che non devono stare più in ospedale.
Per due settimane rimarranno nell’albergo di via Via Madonna delle Grazie – sulla strada statale, all’altezza del centro commerciale Il Ciclope.

Si tratta di pazienti guariti clinicamente da Covid-19 dimessi da ospedali di Catania, ma con tampone ancora positivo e per i quali è disposto un periodo di quarantena.

(gli ultimi dati aggiornati al 6 aprile al link)

La struttura è la prima della provincia etnea ad essere attivata come “struttura collettiva di assistenza”.

Il servizio fa seguito a una convenzione fra l’Asp di Catania e l’Hotel Ibis style, che a regime potrebbe ospitare 66 pazienti. Il progetto prevede, oltre l’organizzazione sanitaria che consente di seguire il paziente sia sotto il profilo medico, psicologico, sociale, anche l’erogazione dei servizi alberghieri. I primi sei pazieni sono arrivati ieri e ne sono attesi altri per oggi.

Definiti già prima dell’attivazione del presidio i turni quotidiani, coperti da 6 infermieri e 5 ausiliari.

Una sorta di Residenza sanitaria assistita (Rsa) per garantire l’isolamento di pazienti che presentano cioè sintomatologia lieve, senza necessità di ricovero: appena positivi al tampone; dimessi dagli ospedali in condizioni stabili, ma ancora positivi; in assenza di tampone per i quali è stata individuata la necessità clinica di un periodo di quarantena.

Anche altre strutture alberghiere, dopo l’Hotel Ibis di Acireale, potrebbero operare in un immediato futuro in sinergia con l’Asp catanese, secondo quanto ha osservato. Sulla base dell’andamento dei dati si potrebbero attivare ulteriori convenzioni con altre strutture ricettive della provincia al fine di incrementare il numero di posti disponibili da destinare al servizio.

 

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker