fbpx
Cronache

Leu a Catania, si costituisce il comitato

Liberi e Uguali. Si costituisce anche a Catania Leu, il comitato promotore per l’unità della sinistra.

“L’assemblea costituente si è tenuta il 23 ottobre scorso, più volte pubblicizzata e aperta al confronto con tutti, con una partecipazione libera e individuale”, annunciano i promotori.

“Si è voluta collegarla al movimento, diventato un fiume in piena in tutta Italia”, precisano. I promotori territoriali hanno raccolto l’invito del senatore Pietro Grasso e di autorevoli dirigenti nazionali dei partitini (fonti ben informate parlano del senatore di Art.1-MDP Francesco Laforgia).

LEU si costituisce in comitati territoriali

I due senatori hanno partecipato alla nascita del comitato territoriale di LEU di Sesto San Giovanni. È seguita la nascita dei comitati anche in alcune zone del milanese. Ad un’assemblea erano presenti oltre 400 autoconvocati.

“Una fiumana che è una vera e propria reazione di massa contro le inerzie, l’immobilismo, le ambiguità e i tatticismi, non contro Art.1 e Sinistra Italiana, ma contro i ristretti stati maggiori dei due partitini (soprattutto di alcuni deputati nazionali ed europei)”. I promotori etnei puntano il dito al passato per costruire la loro rivalsa.

A Roma, a Reggio Emila, a Isernia, a Viterbo, in Calabria, in Sardegna, nel Milanese, a Ravenna. In tutta Italia, nascono come funghi i comitati provvisori per la costituente di LEU.

Il 20 ottobre a Roma è stato costituito già il coordinamento nazionale dei comitati territoriali spontanei di LEU.
A fine novembre si svolgerà una grande assemblea nazionale che farà le sue proposte per la costruzione di LEU, di un partito della sinistra, alternativo, del lavoro, ecologista e che porti avanti un progetto e una politica di rinnovamento totale della sinistra con ambizioni di governo.

LeU a Catania

A Catania il comitato provvisorio promotore di LEU e per l’unità della sinistra è formato per ora da 14 componenti. È aperto e inclusivo a chiunque volesse partecipare e contribuire a livello individuale e personale,

Fra questi spiccano i nomi di Nino Guglielmino, figura di fama nazionale nel campo della ginecologia e riproduttività. L’ex dirigente regionale della CGIL Tuccio Cutugno. L’arch. Leo Micali, già candidato di LEU al Senato. Marcello Failla, responsabile prov. le di Sinistra Italiana, L’avv. Franco Faro, figura e dirigente storico della sinistra catanese. Basilio Orfila e di Giuseppe Castelli del Coordinamento provinciale di Art.1-MDP.  Alfredo D’Urso del Comitato Regionale di Art.1-MDP. La giovane “pasionaria” del movimento dei Call Center e rappresentante della CGIL Valentina BorzìCarmelo Romeo Dirigente RSU della FLC-CGIL, più altri che si accingono ad aderire e partecipare.

Prossimo appuntamento

Il Comitato, aperto a tutti, si riunirà prossimamente per decidere una grande iniziativa pubblica sulle motivazioni della proposta di costituente di LEU. Nel corso della riunione verrà presentato un programma politico di opposizione alla attuale giunta di centrodestra della città di Catania. Sarà presente anche un rappresentante nazionale.

E.F.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button