fbpx
Cronache

Cari candidati vi scriviamo

I lavoratori ex Qè chiedono un incontro ai candidati alla Presidenza della Regione

I lavoratori ex Qè di Paternò si rivolgono ai candidati alla presidenza della Regione Sicilia Nello Musumeci, Giancarlo Cancelleri, Claudio Fava, Fabrizio Micari e scrivono una lettera per avere anche il loro supporto per la ben nota battaglia che inizia a portare a segno i primi obiettivi in loro favore.

“I nostri nomi sono Valentina Borzì, Giovanni Arcidiacono ed Anna Orifici, ex lavoratori e rappresentanti sindacali del call center Qè di Paternò, chiuso per mala gestione imprenditoriale.

Ci rivolgiamo a voi a nome di tutti i nostri colleghi che, assieme a noi, vivono da oltre un anno un dramma occupazionale che continua a produrre effetti devastanti per noi, per le nostre famiglie, circa 600, e per il nostro territorio, già fortemente impoverito dalla crisi e dalla disoccupazione crescente.

Abbiamo deciso di rivolgerci formalmente a voi, nella vostra qualità di candidati alla carica più importante della nostra Regione, e certi della vostra sensibilità nei confronti dei lavoratori, affinché già oggi ma anche dopo il 5 novembre, nel ruolo che andrete a ricoprire, si possano individuare le soluzioni possibili e praticabili che, se ce ne darete la possibilità, intendiamo proporvi.

Chiediamo che una nostra delegazione possa incontrarsi e confrontarsi con voi, per illustrarvi le ragioni e le responsabilità della nostra crisi aziendale e le prospettive, al momento incerte, che ci attendono, laddove non vi fosse l’attenzione della Regione e delle Istituzioni locali e nazionali.

Vorremmo farlo compatibilmente con i vostri impegni elettorali, in data e sede che vorrete indicarci o che possiamo concordare.

Certi di una vostra risposta, porgiamo distinti saluti.

Valentina Borzì, Giovanni Arcidiacono e Anna Orifici”

Mostra di più

Debora Borgese

Non ricordo un solo giorno della mia vita senza un microfono in mano. Nata in una famiglia di musicisti da generazioni, non potevo non essere anche io cantante e musicista. Ma si registrano nomi di rilievo anche tra giornalisti e critici letterari, quindi la penna è sempre in mano insieme al microfono. Speaker radiofonica per casualità, muovo i primi passi a Radio Fantastica (G.ppo RMB), fondo insieme a un gruppo di nerd Radio Velvet, la prima web radio pirata di Catania e inizio a scrivere per Lavika Web Magazine. Transito a Radio Zammù, la radio dell'Università di Catania, e si infittiscono le collaborazioni con altre testate giornalistiche tra le quali Viola Post e MuziKult. Mi occupo prevalentemente di politica, inchieste, arte, musica, cultura e spettacolo, politiche sociali e sanitarie, cronaca. Diplomata al Liceo Artistico in Catalogazione dei Beni Culturali e Ambientali - Rilievo e restauro architettonico, pittorico e scultoreo, sono anche gestore eventi e manifestazioni, attività fieristiche e congressuali. Social media manager e influencer a detta di Klout. Qualche premio l'ho vinto anche io. Nel 2012, WILLIAM SHARP CONTEST “Our land: problems and possibilities, young people’s voices” presentando lo slip stream “I go home. Tomorrow!” Nel 2014, PREMIO DI GIORNALISMO ENRICO ESCHER: mi classifico al 2° posto con menzione speciale per il servizio sulla tecnica di cura oncologica protonterapica e centro di Protonterapia a Catania. Nel 2016, vince il premio per il miglior programma radiofonico universitario 2015 "Terremoto il giorno prima. Pillole di informazione sismica" al quale ho dato il mio contributo con il servizio sul terremoto in Irpinia. Ho presentato un numero indefinito di eventi musicali, tra i quali SONICA di Musica e Suoni, e condotto dirette radiofoniche sottopalco per diverse manifestazioni musicali come il Lennon Festival, moda e concorsi di bellezza. Ho presentato diversi libri di narrativa e politica, anche alla Camera dei Deputati. Ho redatto atti parlamentari alla Camera, Senato, Assemblea Regionale Siciliana e mozioni al Comune di Catania. Vivo per la musica. Adoro leggere. Scrivo per soddisfare un bisogno vitale. La citazione che sintetizza il mio approccio alla vita? Dai "Quaderni di Serafino Gubbio operatore" di L. Pirandello: "Studio la gente nelle sue più ordinarie occupazioni, se mi riesca di scoprire negli altri quello che manca a me per ogni cosa ch'io faccia: la certezza che capiscano ciò che fanno".

Potrebbe interessarti anche

Back to top button