fbpx
PoliticaPrimo Piano

Lega, il consigliere Gelarda passa al partito di Salvini

Lo avevamo anticipato in tempi non sospetti e oggi il comunicato ufficiale: il consigliere palermitano eletto nella lista del M5S, Igor Gelarda passa alla Lega.

Dopo la rottura con il gruppo consiliare pentastellato guidato Ugo Forello, il consigliere Gelarda aveva abbandonato il Movimento 5 Stelle guidato da Luigi Di Maio passando al gruppo Misto.
Durante questa fase di transizione e di trattativa con i leghisti, il consigliere palermitano non ha arrestato ma, anzi, ha intensificato le attività sul territorio.
Riscuotendo particolare consenso tra i palermitani, Gelarda potrebbe incentivare i tesseramenti al partito di Matteo Salvini. E inizia così il nuovo capitolo della storia della Lega sul versante occidentale della Sicilia.

Conferenza stampa

È indetta per venerdì 3 agosto alle ore 11.30 presso la Sala Rostagno a Palazzo delle Aquile (Palermo), la conferenza stampa dalla Lega-Salvini Premier.
Interverranno il senatore Stefano Candiani, commissario per la Lega in Sicilia, l’assessore comunale della Lega di Catania Fabio Cantarella e il consigliere comunale Igor Gelarda.

Nel corso della conferenza stampa sarà formalizzata l’adesione alla Lega del consigliere Gelarda. Sarà illustrata la strategia organizzativa della Lega in Sicilia, sarà presentato il codice etico della Lega Sicilia ed infine sarà annunciato l’avvio del tesseramento nell’isola.

La Lega alla conquista dell’isola

Il passaggio del consigliere Gelarda potrebbe dare il via alla scalata della Lega in Sicilia rappresentando dunque l’inizio di nuove adesioni tra gli eletti oltre che tra nuovi militanti. Cresce infatti nell’isola quel sentimento di fiducia nella strategia politica del vicepremier in capo al Carroccio. Gioco forza una linea decisa e una costante presenza mediatica condivisa che si espande a macchia d’olio. Non meno rilevante la presenza tra i cittadini degli eletti che stanno passando alla Lega, oltre all’impegno profuso nella soluzione delle problematiche comuni.

Il commissariamento guidato dal senatore Stefano Candiani, coadiuvato dall’assessore Fabio Cantarella, inizia perciò a portare i suoi frutti tangibili agli elettori.

Mostra di più

Debora Borgese

Non ricordo un solo giorno della mia vita senza un microfono in mano. Nata in una famiglia di musicisti da generazioni, non potevo non essere anche io cantante e musicista. Ma si registrano nomi di rilievo anche tra giornalisti e critici letterari, quindi la penna è sempre in mano insieme al microfono. Speaker radiofonica per casualità, muovo i primi passi a Radio Fantastica (G.ppo RMB), fondo insieme a un gruppo di nerd Radio Velvet, la prima web radio pirata di Catania e inizio a scrivere per Lavika Web Magazine. Transito a Radio Zammù, la radio dell'Università di Catania, e si infittiscono le collaborazioni con altre testate giornalistiche tra le quali Viola Post e MuziKult. Mi occupo prevalentemente di politica, inchieste, arte, musica, cultura e spettacolo, politiche sociali e sanitarie, cronaca. Diplomata al Liceo Artistico in Catalogazione dei Beni Culturali e Ambientali - Rilievo e restauro architettonico, pittorico e scultoreo, sono anche gestore eventi e manifestazioni, attività fieristiche e congressuali. Social media manager e influencer a detta di Klout. Qualche premio l'ho vinto anche io. Nel 2012, WILLIAM SHARP CONTEST “Our land: problems and possibilities, young people’s voices” presentando lo slip stream “I go home. Tomorrow!” Nel 2014, PREMIO DI GIORNALISMO ENRICO ESCHER: mi classifico al 2° posto con menzione speciale per il servizio sulla tecnica di cura oncologica protonterapica e centro di Protonterapia a Catania. Nel 2016, vince il premio per il miglior programma radiofonico universitario 2015 "Terremoto il giorno prima. Pillole di informazione sismica" al quale ho dato il mio contributo con il servizio sul terremoto in Irpinia. Ho presentato un numero indefinito di eventi musicali, tra i quali SONICA di Musica e Suoni, e condotto dirette radiofoniche sottopalco per diverse manifestazioni musicali come il Lennon Festival, moda e concorsi di bellezza. Ho presentato diversi libri di narrativa e politica, anche alla Camera dei Deputati. Ho redatto atti parlamentari alla Camera, Senato, Assemblea Regionale Siciliana e mozioni al Comune di Catania. Vivo per la musica. Adoro leggere. Scrivo per soddisfare un bisogno vitale. La citazione che sintetizza il mio approccio alla vita? Dai "Quaderni di Serafino Gubbio operatore" di L. Pirandello: "Studio la gente nelle sue più ordinarie occupazioni, se mi riesca di scoprire negli altri quello che manca a me per ogni cosa ch'io faccia: la certezza che capiscano ciò che fanno".

Potrebbe interessarti anche

Back to top button