CronacheNews

Le vie dell’acqua, alla riscoperta della propria città

Aci Catena – Un antico baglio fortificato ed una serie di mulini ad acqua, un fondaco col suo lavatoio in pietra lavica ed un’importante zona archeologica, strade interpoderali in basolato lavico e distese di agrumeti, l’immagine maestosa dell’Etna sullo sfondo.

Ad unire antiche terme romane e sorgenti naturali d’acqua, piccoli ma ordinati orti, un prezioso portale del ‘600 ed anonime strade illuminate da murales ci pensa la Saia Mastra la cui presenza caratterizza l’itinerario cicloturistico chiamato, per l’appunto, “Le vie dell’acqua “ inaugurato questa domenica 17 maggio ad Aci Catena. Presenti il Sindaco Ascenzio Maesano e gli assessori della sua giunta, una cinquantina di cicloturisti, tra cui il vice sindaco Giovanni Grasso, insieme agli attivisti del Movimento 5 stelle di Aci Catena, che quell’itinerario hanno ideato e progettato, hanno percorso i 10 chilometri del tracciato sfidando le previsioni di pioggia.

In gran parte su tracciato diverso dalla sede stradale e con un dislivello minimo, l’itinerario si è rivelato adatto non solo ad esperti appassionati delle due ruote ma anche a famiglie e gambe poco allenate, prova ne è stata la presenza di numerosi bambini che hanno concluso il tragitto ad anello senza problema.

I partecipanti hanno confermato col loro gradimento il valore dell’iniziativa che si spera possa rilanciare, in uno ad altre iniziative nel campo del turismo ecosostenibile portate avanti dagli attivisti del Movimento 5 Stelle, la piccola imprenditoria locale.

 

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.