fbpx
Sport

Le ultimissime su Catania-Trapani (diretta su l’Urlo dalle 14.30)

Sarà un Catania votato all’attacco quello che scenderà quest’oggi in campo nel derby contro il Trapani. Marcolin ha sciolto i dubbi della vigilia riguardanti la contemporanea presenza in campo di Castro e Rosina. Il numero dieci etneo giocherà più indietro rispetto al tridente offensivo Calaiò-Maniero-Castro, sulla zona interna sinistra pronto a innescare le sovrapposizioni di Mazzotta. Formazione etnea, dunque, a trazione anteriore, considerando che sulla linea mediana rossazzurra composta da Rinaudo, Sciaudone e Rosina, soltanto l’argentino ha caratteristiche di rottura del gioco avversario. Il tecnico etneo avrà certamente considerato i rischi a cui si espone con uno schieramento cosi offensivo, dovranno essere bravi gli uomini di Marcolin ad accorciare i vari reparti per non esporsi ai contropiedi  letali del Trapani che può vantare in rosa calciatori molto veloci e abili in ripartenza. Del Prete a destra e Mazzotta a sinistra, con ogni probabilità rimarranno più bloccati rispetto alle scorse uscite, garantendo una maggiore copertura sulle aree di competenza di Sciaudone e Rosina rispettivamente.

La difesa etnea dovrà contrastare la ritrovata prolificità in zona gol dei granata, per far questo Marcolin rilancia tra i pali Gillet, schiera Ceccarelli e Schiavi centrali difensivi con ai lati i due terzini Del Prete e Mazzotta. In panchina, pronto a subentrare, Belmonte che non ha ancora i 90 minuti nelle gambe. A centrocampo, come detto, Rinaudo farà da frangiflutti davanti la difesa, con Rosina e Sciaudone ai lati. Dopo sei partite torna disponibile Coppola che partendo dalla panchina potrà sicuramente tornare utile nel corso del match soprattutto con un Catania ipoteticamente in vantaggio. Squalificato Odjer, Chrapek e Martinho infortunati, l’alternativa di Marcolin  potrebbe inoltre essere Escalante, alquanto deludente nelle ultime uscite.

TRAPANI

La formazione granata è imbattuta dall’avvento di Serse Cosmi in panchina: 2 vittorie e 2 pareggi il bilancio. La squadra granata è una formazione alquanto perforabile, 56 i gol subiti in stagione, nelle ultime 16 trasferte il portiere granata ha sempre subito gol. Il rendimento esterno della squadra siciliana è identico a quello etneo, tutt’altro che irresistibile: 1 vittoria, 5 pareggi e 11 sconfitte. Il Trapani non ottiene i tre punti esterni dal 25 ottobre scorso, 2-1 a Terni.

Serse Cosmi dovrà rinunciare agli infortunati Caldara, Nadarevic, Vidanov e Citro e agli squalificati  Rizzato e Curiale. Molto pesante soprattutto l’assenza di quest’ultimo al centro dell’attacco granata. Ballottaggio a sinistra, come esterno basso, tra Daì e Lo Bue, nel reparto avanzato Aramu, trequartista ex primavera Torino, supporterà Abate e Falco. In difesa, Gomis in porta, linea a quattro formata da Perticone, Pagliarulo, Terlizzi (ex rossazzurro) e Daì o Lo Bue; in mezzo Scozzarella, Ciaramitaro e Barillà.

CATANIA (4-3-1-2): 1 Gillet; 18 Del Prete, 5 Schiavi, 45 Ceccarelli, 43 Mazzotta; 44 Sciaudone, 21 Rinaudo, 10 Rosina; 19 Castro, 9 Calaiò, 7 Maniero.

In panchina: 22 Terracciano, 28 Parisi, 26 Belmonte, 24 Capuano, 8 Escalante, 42 Coppola, 20 Chrapek, 14 Barisic, 34 Rossetti. All. Marcolin

TRAPANI (4-3-1-2): 1 Gomis; 15 Perticone, 4 Pagliarulo, 33 Terlizzi, 3 Daì (23 Lo Bue); 5 Scozzarella, 14 Ciaramitaro, 17 Barillà; 28 Aramu; 9 Abate, 20 Falco.

In panchina: 22 Marcone, 19 Martinelli, 23 Lo Bue (3 Daì), 6 Zampa, 21 Feola, 7 Basso, 25 Lombardi, 31 Malele, 18 Citro. All. Cosmi

ARBITRO: Gavillucci di Latina

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker