fbpx
Sport

Le ultimissime su Catania-Spezia

A distanza di una settimana dalla gara interna persa contro il Frosinone, il Catania torna al Massimino per sfidare lo Spezia. I rossazzurri sono reduci dal pareggio ottenuto al San Nicola di Bari, che per come è maturato ha lasciato l’amaro in bocca a tutto l’ambiente etneo, la partita tutto cuore e grinta sfoderata contro i galletti ha messo in evidenza il baby gioiellino rossazzurro Mattia Rossetti e c’è da scommettere che da qui alla fine del campionato sarà riproposto con più continuità magari a partire da oggi. Sembra un ritornello già sentito, ma nella condizione di classifica in cui versa il Catania (terz’ultimo), la partita di oggi obbliga i rossazzurri a centrare i tre punti senza se e senza ma. L’ultimo match casalingo, perso contro la squadra ciociara, è stato caratterizzato dalla veemente protesta dei tifosi nei confronti della società, quest’oggi non mancherà come sempre il sostegno alla squadra sperando che il pareggio  in terra pugliese abbia rianimato i supporters dell’elefante che come si sa rappresentano il dodicesimo uomo in campo. Nella partita d’andata contro i liguri non ci fu storia, netto 3-0 con l’ex Catellani, che guiderà l’attacco spezzino quest’oggi, sugli scudi (autore di un assist e due reti).

Per la sfida di questo pomeriggio, il tecnico Marcolin dovrà rinunciare all’uomo più in forma del momento: Lucas Castro (appiedato dal giudice sportivo). Fermi ancora ai box per infortunio Belmonte, Coppola e Martinho, oltre all’infortunato di lungo corso Gyomber. Tornano disponibili Calaiò (pienamente recuperato dall’infortunio),Maniero che ha scontato la squalifica e Schiavi. Il tecnico etneo punterà al 3-4-1-2 visto a Bari. Davanti a Gillet, linea difensiva a tre con Schiavi, Ceccarelli e Capuano, a centrocampo turno di riposo per Sciaudone che sarà sostituito sull’out di destra dall’esordiente in maglia rossazzurra Lorenzo Del Prete, Mazzotta agirà sulla corsia opposta  con Rinaudo e uno tra Odjer ed Escalante a completare il reparto mediano. In avanti confermati Calaiò e Maniero supportati da Rosina. In panchina Sciuadone e Rossetti pronti a subentrare a partita in corsa.

In casa Spezia, il tecnico Bjelica dovrà rinunciare a Nenè e De Las Cuevas, ma recupera Bianchetti. Il modulo scelto dal croato sarà un 4-2-3-1 che vedrà Giannetti come unico centravanti supportato dal trio  Bakic, SItum e Catellani.

La partita sarà arbitrata da Gianluca Manganiello della sezione di Pinerolo. Con lui gli assistenti Alessandro Raparelli (Albano Laziale) e Simone Di Francesco (Teramo); 4° ufficiale sarà Salvatore Guarino (Caltanissetta).

 

CATANIA (3-4-1-2): 1 Gillet; 5 Schiavi, 45 Ceccarelli, 24 Capuano; 18 Del Prete, 21 Rinaudo, 8 Escalante, 43 Mazzotta; 10 Rosina; 9 Calaiò, 7 Maniero. A disposizione: 22 Terracciano, 15 Sauro, 28 Parisi, 20 Chrapek, 44 Sciaudone, 39 Odjer, 25 Piermateri, 14 Barisic, 34 Rossetti. Allenatore: Marcolin.

Squalificati: Castro
Diffidati: Calaiò, Gyomber, Odjer, Rinaudo, Rosina, Sciaudone

 

SPEZIA (4-2-3-1): 1 Chichizola; 25 Milos, 31 Piccolo, 20 Datkovic, 17 Migliore; 8 Juande, 30 Brezovec, 29 Bakic, 18 Situm, 10 Catellani, 9 Giannetti. A disposizione: 22 Nocchi, 26 Valentini, 15 Katanec, 11 Luna, 5 Bianchetti, 4 Acampora, 27 Canadjija, 14 Cisotti, 32 Kvrzic. Allenatore: Bjelica.

Squalificati: nessuno
Diffidati: Canadija, Datkovic, De Col, Milos, Piccolo

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker