NewsPolitica

Le ragioni del Sì e del No al consiglio di Catania. Video

Domenica si vota, i cittadini sono chiamati a decidere su un argomento ostico: la modifica della carta costituzionale.

Il fatto è che il popolo più che esprimersi sulla modifica di ben 49 articoli delle leggi fondamentali che disciplinano il Paese andrà alle urne per votare il presidente del consiglio.

La gente comune ovvero lavoratori, casalinghe, disoccupati, padri di famiglia, imprenditori impegnati ogni giorno a tirare avanti e (sicuramente) una gran parte di professionisti di questa riforma costituzionale sa ben poco. Troppo impegnati a frontegiare le difficoltà spicciole quotidiane non riescono a percepire appieno il peso di una riforma tecnica che però avrà dei risvolti esorbitanti sul vivere quotidiano di ognuno di noi.

Basti pensare che cambia il modo di fare le leggi e non è cosa da poco. Non ha importanza se andranno a votare in 100 o in 50 milioni comunque il referendum passerà indipendentemente dal numero di persone che si saranno espresse. Se passa il sì favorevole alla riforma, un’altra modifica sarà possibile tra 30 o 40 anni e amen.

Se ai cittadini può essere perdonata l’ignoranza a proposito del merito della riforma costituzionale lo stesso non può dirsi per i politici. A Catania il sindaco Bianco è per il Sì quindi lo è anche la sua maggioranza, mentre il No è chiaramente l’espressione dell’opposizione. Paola Zamataro nel video che segue ha raccolto le ragioni del Sì e del No al consiglio.

 

 

Tags
Mostra di più

Fabiola Foti

36 anni, mamma di Adriano e Alessandro. Giornalista da 18 anni, può testimoniare il passaggio dell'informazione dal cartaceo al web e, in televisione, dall'analogico al digitale. Esperta in montaggio audio-video e in social, amante delle nuove tecnologie è convinta che il web, più che la fine dell'informazione come affermano i "giornalisti matusa", rappresenti una nuova frontiera da superare. Laureata in scienze giuridiche a Catania ha presentato una tesi in Diritto Ecclesiastico. Ha lavorato per: TRA, Rei Tv, Video Mediterraneo, TeleJonica, TirrenoSat, Giornale di Sicilia. Regista e conduttrice del format tv di approfondimento Viaggio Nella Realtà. Direttore di SudPress per due anni. Già responsabile Ufficio Stampa per Società degli Interporti Siciliani e Iterporti Italiani. Già responsabile Comunicazione e Social per due partiti. Attualmente addetto stampa del NurSind Catania, sindacato delle professioni infermieristiche. Fondatore della testata online L'Urlo.

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.