fbpx
CronacheGiudiziariaNews in evidenzaPalermo

Le mamme NO MUOS depositano esposto alla Procura della Repubblica

Le mamme No MUOS di Caltagirone Samanta Cinniriella, Monia La Iacona, Marianna Garofalo, mamme NO MUOS Caltagirone, unitamente al loro difensore Avv. Goffredo D’Antona hanno presentato querela alla Procura della Repubblica di Caltagirone da inoltrare alla Procura di Palermo questa mattina nei confronti dei prof. Luigi Zanforlin e Patrizia Livreri per il reato, qualora configurabile, di falso ideologico in omissione ex art. 483 c.p.

Al centro della vicenda è il parere che i professori Zanforlin e Patrizia Livreri presentavano nel marzo del 2011 all’allora Presidente della Regione Siciliana Raffaele Lombardo, parere su carta intestata dell’Università di Palermo, sul rischio per la salute della popolazione di Niscemi ove si affermava che il sistema di trasmissione MUOS situato a Niscemi non comportava condizioni di rischio per la salute dell’uomo; parere al quale sarebbe susseguito protocollo di intesa tra Regione e Ministero della Difesa e tutte le autorizzazioni al sistema MUOS.
Successivamente al parere redatto in data 05 febbraio 2013 veniva tenuta seduta dinnanzi alla IV commissione Ambiente e Turismo della Regione Siciliana ove venivano sentiti i professori Livreri e Zanforlin. Nel corso dell’audizione emergeranno dati che nel citato parere sono stati omessi o presentati diversamente dal dato reale.
Il parere, spiegano le rappresentanti delle Mamme NO MUOS Caltagirone, è stato redatto su misurazioni assolutamente insufficienti per addivenire ad una statuizione di non pericolosità sulla salute dell’uomo tutto su commissione della Marina Usa e non della Regione Siciliana e su dati relativi ad altro impianto installato nelle isole Hawaii. Tantissimi sono i dati omessi nel citato parere e scoperti solo a seguito dell’audizione.

Le mamme No Muos Caltagirone preso atto di queste condotte omissive nonché dell’incompletezza dell’atto nel voler tutelare il diritto alla salute ed all’ambiente si sono dunque rivolte all’autorità giudiziaria.

 

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button